Skip to content

Percorsi di socializzazione attraverso i cartoni animati. Una esperienza di media education nella scuola primaria

Oltre la lavagna. La scuola in mediamorfosi

Vivendo in una società in cui siamo circondati dai media e dalle tecnologie, in cui abbiamo assistito, e stiamo assistendo, a una vera e propria rivoluzione mediale e digitale che modifica notevolmente i nostri modi di relazionarci e informarci, apprendere e comunicare, mi sembra fondamentale predisporre, nelle scuole e nei contesti formativi, percorsi educativi ai media aventi come finalità quella di far sì che il bambino, costantemente e quotidianamente in contatto con media e new media, sviluppi competenze nell’utilizzarli correttamente e nel rapportarsi ad essi. Relazionarsi correttamente ai media richiede un “ampliamento di dimensione”, passando dal “mono”, al “bi”, al “tridimensionale”.

Superare la relazione monodimensionale, significa non solo recepire in modo selettivo, attivo e coinvolto il flusso indifferenziato delle informazioni audiovisive che ci provengono dai diversi media, ma anche darne un’elaborazione cognitiva, personale e volontaria. Per instaurare un rapporto bidimensionale con i meda, bisogna essere a conoscenza dell’oggetto, degli elementi che ne caratterizzano l’interfaccia, e avere le competenze adeguate per capirne il senso e adempiere una scelta. Il bambino, soggetto pensante e libero di scegliere, non deve fruire passivamente dei diversi messaggi a cui è esposto, ma deve essere educato nelle preferenze e nelle valutazioni dei diversi programmi opzionali e delle diverse informazioni che vengono a lui trasmessi dai vari media.

Il coinvolgimento attivo e cognitivo diviene pratico e reale nelle esperienze tridimensionali, in cui il soggetto opera, agisce e trasforma l’oggetto. Gli stessi aspetti che appaiono nella schermata di un computer o di un videogame sono il risultato delle azioni che il soggetto compie e che vengono mediate dall’interfaccia del software. Per questo è importante che la formazione del bambino assumi una ‘dimensione’ più ampia, incorporando anche le competenze giuste affinché sia capace di creare nuovi linguaggi e formule comunicative e informative.

All’interno del notevole ventaglio di cambiamenti avvenuti negli ultimi anni e che hanno aperto la strada a una società complessa e globalizzata, in cui le distanze spazio-temporali sono notevolmente diminuite se non annullate dalle tecnologie e dai media, gli spazi educativi e formativi, in conformità a quelli sociali, devono assumere oggi una dimensione slegata da coordinate spazio-temporali rigide e limitate. Il processo formativo non deve concentrarsi dunque solo all’interno dello spazio classe e adottare come unica metodologia didattica la lezione, promuovendo la settorializzazione e la parcellizzazione delle conoscenze. Tali aspetti devono esser superati in direzione di una didattica integrata, che mira alla pluri, multi e interdisciplinarità dei saperi.

Riflettendo il processo comunicativo e informativo odierno, che è interattivo, l’immagine del modello insegnamento-apprendimento oggi deve discostarsi da quello tradizionale che per molto tempo è rimasto impiantato nelle scuole italiane. Esso deve infatti promuovere, sviluppare e poi potenziare l’interattività dei soggetti nell’ottica di una ‘comunità di apprendimento’.
Il contesto scolastico e formativo deve assumere nuovi connotati portando a una trasformazione concettuale e funzionale dell’insegnamento, dell’apprendimento, e più ampiamente della formazione, che non si ferma al conseguimento di una licenza o di un diploma, bloccandosi quindi all’interno delle mura scolastiche, ma va ben oltre, andandosi a estendere per tutto l’arco dell’esistenza.
[…]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Percorsi di socializzazione attraverso i cartoni animati. Una esperienza di media education nella scuola primaria

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Miriam Montilli
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi della Calabria
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della Formazione Primaria
  Relatore: Giovannella Greco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 215

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi