Skip to content

Visual Storytelling nello sport: Euro 2016 e Rio 2016 come casi di studio per aumentare la narrazione di un evento sportivo

L'Host Broadcaster di un evento

In italiano, il termine host broadcaster, può essere tradotto come emittente padrona di casa. Per comodità, anche nella nostra lingua, è preferibile usare il termine originale anglo-sassone.

L'host broadcaster è una compagnia incaricata di produrre e distribuire alle televisioni partner un feed video. Ogni manifestazione, evento sportivo, kermesse, per essere trasmessa in TV, necessita di una compagnia host broadcaster che produce le riprese e le offre alle emittenti che poi trasmetteranno l'evento. L'host broadcaster può essere sia una televisione che produce, distribuisce e trasmette; sia una compagnia non visibile su nessun canale televisivo e che si limita a produrre e distribuire a terzi un feed video.

La Rai, ad esempio, è host broadcaster del Giro d'Italia. La più importante corsa ciclistica italiana è ripresa dalle telecamere Rai, montate su moto e elicotteri Rai, guidate da autisti e piloti stipendiati dalla Rai. Eppure, il Giro è visibile anche su Eurosport (in Europa), su RTVE (in Spagna) oppure su beIN Sports (in Francia). Questi sono tre esempi di altre emittenti aventi i diritti di trasmettere il Giro d'Italia in chiaro e in diretta, che però non hanno il compito di produrre video. Essi prendono il flusso proveniente dall'host broadcaster Rai e lo trasmettono sull'etere.

Può succedere che società organizzatrici di tornei ed eventi sportivi, tramite apposite divisioni interne, si auto-scelgono come host broadcaster dell'evento. È il caso dell'UEFA, Union of European Football Associations, che per produrre e distribuire live la copertura di Euro 2016, ha nominato come host broadcaster la propria divisione interna UEFA TV.

A Rio de Janeiro, invece, l'onore di riprendere lo sport per le televisioni di tutto il mondo è affidato all'Olympic Broadcasting Services (OBS), società creata proprio per essere l'host broadcaster dei Giochi Olimpici da Pechino 2008 in avanti.

Gli organizzatori di un evento televisivo, dopo aver scelto un host broadcaster, si devono occupare dell'International Broadcast Center (IBC). L'IBC è un centro operativo temporaneo al quale tutte le emittenti impiegate nella trasmissione dell'evento possono accedere, montare le proprie attrezzature, reperire il feed grezzo che arriva dall'host broadcaster e montarlo, miscelandolo con la propria produzione.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Visual Storytelling nello sport: Euro 2016 e Rio 2016 come casi di studio per aumentare la narrazione di un evento sportivo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Filippo Lazzarini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Digital Humanities - Comunicazione e Nuovi Media
  Corso: Teoria della comunicazione
  Relatore: Gianni Vercelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 97

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

realtà virtuale
televisione
giochi olimpici
digital
realtà aumentata
data visualization
euro 2016
rio 2016
host broacaster
visual storytelling

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi