Skip to content

"Martin Ojo De Plata" di Matilde Asensi - Tra avventure e travestimenti

Matilde Asensi: il suo punto di vista sul fenomeno del colonialismo e dell'imperialismo - Un'introduzione a Martín Ojo de Plata

Matilde Asensi, come si è detto precedentemente, è una scrittrice che, prima di dedicarsi alla stesura delle proprie storie, si documenta ampiamente e fa approfondite ricerche e studi dettagliati, accumulando una grande quantità di informazioni che costituiscono un arricchimento, oltre che delle sue opere, anche del suo bagaglio di conoscenze.

Nel Prologo a Martín Ojo de Plata l'autrice stessa ha affermato che, in questo caso, oltre a essersi documentata conducendo ricerche e approfondimenti, ha anche ampiamente “sofferto”. Alla base di questo libro vi è una sorta di sfida personale, la voglia e il desiderio di fare qualcosa di nuovo, di superare se stessa mettendosi alla prova:

¿Ser ía capaz de escribir tres historias distintas con los mismos personajes y en el mismo contexto histórico y geográfico? ¿Sabr ía escribir aventuras, buenas aventuras, sin recurrir a enigmas, acertijos y pruebas inici áticas? ¿Podr ía soportar tantos a ños con un mismo tema sin saltar, como es mi costumbre, de un continente a otro, de una cultura a otra o de una época histórica a otra?

Questa, dunque, la sua sfida personale; ben diversa quella come scrittrice. Matilde Asensi infatti intraprende una vera e propria battaglia ideologica contro quella storia e quella cultura condivisa che da sempre, nel processo di colonizzazione e nell'imperialismo, fanno apparire gli spagnoli come “i cattivi della situazione”:

Estaba harta de ver películas de piratas en las que los espa ñoles siempre éramos los malos: el heroico y guapo pirata inglés eternamente perseguido por un malvado y retorcido gobernador español que intenta acabar con él colgándole en la plaza Mayor de cualquier ciudad caribeña por el injusto motivo de asaltar valientemente algunos barcos cargados de riquezas robadas por los espa ñoles a los pobres ind ígenas del Nuevo Mundo.

Non si tratta tanto di un risentimento dovuto ad uno spiccato spirito nazionalista, che tra l'altro l'autrice stessa afferma di non aver mai posseduto se non in forma attenuata nei suoi viaggi all'estero, quanto di un forte fastidio nei confronti di una credenza tanto consolidata, quanto ingiusta e immotivata.

Dopo aver letto tanti libri e visto tanti film nei quali l'impostazione generale è più o meno sempre la stessa, con gli spagnoli nel ruolo dei “cattivi”, l'autrice decide di iniziare uno studio approfondito per risalire all'origine di questa leggenda. L'obiettivo è quello di scoprire la verità su questa questione e cosa sia realmente successo, andando a colmare le sue lacune riguardo ai Siglos de Oro, alla scoperta dell'America, al colonialismo, alle grandi ricchezze trafugate, alle mattanze commesse e agli imperi e alle culture distrutte.

Matilde Asensi non riesce a spiegarsi perché nella cultura anglosassone, e non solo, gli spagnoli continuino ad avere ancora oggi una cattiva fama, come se, nonostante i cinque secoli trascorsi da allora, essi stessero ancora scontando quell'eredità della quale è difficile liberarsi.

A tal proposito non si può non parlare di quella che è stata definita «Leyenda Negra», la teoria sviluppata a partire dal lavoro di due storici, Edward Peters e Henry Kamen, secondo la quale sarebbe stata operata una distorsione dei dati storici sull'Inquisizione, ad opera di ambienti protestanti e, a seguire, illuministi, a partire almeno dal XVI secolo, con l'obiettivo di screditare l'immagine sia della Chiesa cattolica, sia dell'Impero spagnolo. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

"Martin Ojo De Plata" di Matilde Asensi - Tra avventure e travestimenti

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Anna Verdoliva
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Napoli "L'Orientale"
  Facoltà: Lingue e Letterature Iberiche
  Corso: Lingue e letterature moderne euroamericane
  Relatore: Giuseppina Notaro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 132

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

martin ojo de plata
matilde asensi
tierra firme
venganza en sevilla
la conjura de cortés

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi