Skip to content

Tagliare ombre: estetica e racconto nel montaggio cinematografico tra ieri e oggi

Il montaggio nel cinema contemporaneo, cenni sul "post-modernismo"

Ciononostante l'evoluzione del cinema e del montaggio non si è fermata con l'avvento delle nuove poetiche e dei nuovi schemi narratologici degli anni '60: numerose altre sfide hanno intercettato il suo percorso, prima fra tutti il dialogo con l'altro colossale medium del XX secolo: la televisione. Con la nascita della tecnologia del video gli interlocutori del cinema sono stati sempre più numerosi e invadenti, tanto che oggi il panorama dei media audiovisivi è più affollato che mai, fino al punto che si rischia di essere saturati e travolti da questa enorme profluvie di immagini in movimento.

A partire dalla cosiddetta New Hollywood, proseguendo poi attraverso i decenni successivi fino all'avvento del digitale, abbiamo assistito a fenomeni prorompenti, nel modo di ideare e realizzare nuovi prodotti cinematografici, quali la crescente osmosi tra cultura tradizionale e cultura pop, il crollo di alcuni generi classici e la nascita o il rinnovamento di altri, il mutato rapporto tra autore, pubblico e opera e il conseguente mutamento nella fruizione di quest'ultima, etc.

Sebbene sia obiettivamente difficile stabilire in via definitiva come e dove tracciare una tale discontinuità, non si può negare che il cinema contemporaneo abbia assunto una propria identità definita, complice anche la rivoluzione tecnologica che ne ha accompagnato la nascita, e che stiamo Il cinema contemporaneo si pone in netta contrapposizione rispetto alle fasi storiche precedenti, in particolare per la sua tendenza a rifiutare ogni "contenimento" e limitazione tipici delle ideologie moderniste di derivazione illuminista, che nel cinema hanno avuto la loro incarnazione con l'avvento della c.d. "industria cinematografica" e con le morali rassicuranti del cinema mainstream hollywoodiano classico.

Tale rifiuto è andato a inserirsi in un solco già tracciato dalla filosofia, dalla letteratura e da altre forme di arte figurativa (vedi ad esempio l'architettura), ovvero quella che è stata definita la tendenza "post-moderna", la quale non implica né un'opposizione diretta e polemica rispetto al passato (antimoderno) né un superamento di esso (ultramoderno), bensì un senso di posteriorità, intesa non in senso cronologico ma come crollo di ogni possibile teorizzazione e razionalizzazione della storia. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Tagliare ombre: estetica e racconto nel montaggio cinematografico tra ieri e oggi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giorgio Todesco
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Civiltà e Forme del Sapere
  Corso: Discipline dello Spettacolo e della Comunicazione
  Relatore: Alessandra Lischi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 39

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi