Skip to content

Growth Hacking: Il nuovo mindset del Marketing

Se è il marketing è management, il Growth Hacker è il Ceo

In ambito economico, sia startup che aziende, a prescindere dal loro ambito di riferimento, si ritrovano a dover competere fra loro ad un ritmo sempre più frenetico, in cui il ruolo decisionale spetta al cliente/utente, che grazie alle nuove tecnologie e innovazioni, risulta essere sempre più informato, attento e capace di scegliere con consapevolezza e determinazione.

La vastità di scelta, quantitativa e qualitativa permette al cliente di poter abbandonare facilmente prodotti/servizi per acquistarne ed utilizzarne di migliori, più economici e più soddisfacenti.

Adottare una strategia di marketing, sembra essere doveroso, in un contesto dove è necessario analizzare il mercato, al fine di pianificare la strategia più efficiente, ma tutto questo però non sembra bastare.

Tale considerazione è dimostrabile con la decisione60 adottata dalla multinazionale Coca-Cola nell’assumere Francisco Crespo, nuovo Chief Growth Officer (C.G.O.) in sostituzione della vecchia figura del Chief Marketing Officer (C.M.O.), che sarà a capo della strategia globale di marketing, della strategia di impresa e gestirà direttamente la leadership dei reparti commerciali e la relazione clienti al fine di creare una sinergia tra i team con un obiettivo comune volta a guidare la crescita globale dell’azienda. Essendo egli il coordinatore finale di più Reparti, l’obiettivo e le strategie top-down sono connesse sui reparti paralleli, convergendo in un unico obiettivo.

Tale scelta è da ritenere valida perché il Growth Hacking non si può ottenere con una persona a capo di tutto ma con un coordinatore finale per più reparti.

La voglia di far crescere il modello di business, permetterà al CGO di scovare nuove opportunità e mercati, anche attraverso scelte non comuni. Il processo di creazione di un prodotto/servizio costumer oriented renderà nelle fasi successive più facile sviluppare pubblicità e promozioni su un prodotto che realmente soddisfa i bisogni reali dei clienti.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Growth Hacking: Il nuovo mindset del Marketing

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giuseppe Coppola
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Marco Galvagno
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 48

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

marketing
kpi
mos
digital marketing
startup
growth hacking
growth funnel
funnel
sean ellis
growh hacker

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi