Skip to content

La localizzazione dei centri commerciali: il caso IKEA

L’evoluzione del comportamento di acquisto

Nell’ultimo secolo l’importanza assunta del tempo libero all’interno della nostra società è aumentata in maniera crescente, sulla spinta da un lato, della maggiore produttività del lavoro e della maggiore disponibilità di reddito in funzione del tempo libero e delle occasioni. La domanda di servizi commerciali è espressione della distanza tra l’attività produttiva e quella di consumo; essa si configura quale snodo logistico (reti di vendita, sistema di trasporti, depositi di utilità di luogo e di tempo da parte dei consumatori).

A fronte di una domanda in aumento e sempre più esigente e mutevole per occasioni di consumo, si sta sviluppando un’offerta sempre più differenziata e articolata, consentita dai progressi nelle tecnologie e nelle metodologie gestionali. L’evoluzione dei modelli di consumo si caratterizza per l’individuazione di nuovi segmenti di bisogni, in relazione ai diversi stili di vita, livelli di reddito e disponibilità dei consumatori a riconoscere un valore di mercato, gli individui cominciano ad attribuire un valore al fattore tempo allo scopo di raggiungere importanti riduzioni di costo fondati sulla grandezza degli acquisti e sull’economie di esperienza.

Il contenuto di intrattenimento è diventato un elemento sostanziale dell’offerta di quasi tutti i tipi di beni di consumo, per acquistare l’attenzione del consumatore e differenziare i prodotti e servizi proposti. In un sistema economico caratterizzato dall’offerta, la dimensione ludica e emozionale sta diventando un fattore determinante nella scelta dei beni da acquistare o dei negozi in cui farlo. Il nuovo concetto di tempo libero determina nuovi metodi di comportamento e di consumo, segna un’importante inversione di tendenza anche in questo ambito: più il tempo libero acquista valore, più l’offerta deve essere in grado di produrre funzioni di livello elevato.

L’esperienze aziendali e le relazioni incluse nel valore confermano l’elevata qualità di processi gestionali raggiunta e la rilevanza strategica di aree quali l’innovazione tecnologica, il marketing,le risorse umane. Le imprese pertanto devono essere capaci di anticipare e monitorare i bisogni e i gusti in funzione della domanda per costruire dell’offerte personalizzate, si può affermare che il consumatore ricerca nei prodotti commerciali maggiori contenuti di servizio ciò può avvenire in un’unica struttura commerciale per acquistare varie tipologie e scelte di prodotti, oppure punti vendita specializzati, localizzate nelle periferie delle aree urbane e metropolitane, in prossimità di luoghi residenziali, di vie di comunicazione di grande afflusso e centri dove aree turistiche o aeroporti genera un alto traffico di potenziali acquirenti.

Le superettes si affermano le formule distributive di grande dimensione, offrono un assortimento di tipo grocery, un servizio simile a quello al dettaglio. Dagli anni 70-80 i modelli di consumo in Italia subisce un cambiamento radicale grazie anche ai Paesi, dove dal tradizionale supermercato si passa al grande magazzino, sono stati i primi a sperimentarlo: l’ipermercato di origine francese, il superstore di origine anglosassone, l’hard e soft discount di provenienza tedesca, il warehouse store, il wholesale club, il convenience store e il category killer, tutti di origine americana.

Al giorno d’oggi il consumatore e sempre più attratto dalla soddisfazione di bisogni complessi e articolati, dove lo shopping rientra tra le forme di impiego del tempo libero determinando un aumento della domanda di servizi cosiddetti leisure. L’impresa commerciale si trasforma quindi in una superficie di divertimento un luogo di svago dove recarsi con l’obiettivo di occupare momenti di tempo libero. I cambiamenti negli stili di vita del consumatore contemporaneo e, quindi, nella domanda di prodotti commerciali, inducono le imprese a creare valore in funzioni di attività per il tempo libero.

Questo brano è tratto dalla tesi:

La localizzazione dei centri commerciali: il caso IKEA

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Romesh Singhabahu
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Economia Territoriale e Reti D'impresa - profilo Gestionale
  Relatore: Francesca Gambarotto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 54

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi