Skip to content

L'Enterprise Risk Management: un'analisi di casi aziendali

Gli indicatori degli eventi di rilievo e i segnalatori di criticità

Al fine di individuare i principali rischi, una fase fondamentale è rappresentata dalla costruzione degli indicatori degli eventi di rilievo, meglio noti come indicatori dei rischi principali (si può usare l’acronimo internazionale KRI, Key Risk Indicators).

La conoscenza delle cause che generano eventi rischiosi permette alle organizzazioni di individuare alcuni strumenti in grado di rilevare eventuali variazioni delle cause stesse, che possono determinare l’insorgere dei relativi rischi. Tali indicatori rappresentano misure qualitative e quantitative, adoperate dal manager, che forniscono informazioni utili all’organizzazione tali da consentire di ridurre al minimo la possibilità e/o l’impatto di eventi che possono influire negativamente sulla sua capacità di conseguire e soddisfare gli obiettivi strategici, oltre a permettere una più efficace gestione del rischio. La validità degli indicatori dipende dalla frequenza con cui sono comunicati al management (giornalmente, settimanalmente, mensilmente o in tempo reale).

Solitamente a tali indicatori sono associati dei segnalatori di criticità che, confrontando situazioni correnti e livelli di soglia prestabiliti, annunciano il verificarsi di situazioni problematiche. Essi devono essere opportunamente selezionati dalla direzione aziendale, che deve stabilire anche i margini di variazione consentiti.

Questo brano è tratto dalla tesi:

L'Enterprise Risk Management: un'analisi di casi aziendali

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Verderosa
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Foggia
  Facoltà: Economia
  Corso: Crisi d'Impresa
  Relatore: Elisabetta Mafrolla
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 137

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi