Skip to content

La comunicazione politica: PD e M5S. Un confronto tra i tweet di Renzi e di Di Maio (2014-2016)

Renzi e Di Maio su Twitter: candidati a confronto

Entriamo, adesso, nel merito della ricerca andando a confrontare e analizzare la comunicazione dei candidati presi in esame.

Ho deciso di suddividere il lavoro in due fasi:

• Fase prima: confrontare i candidati durante il corso del loro mandato – da Febbraio 2014 (anno in cui Renzi diventa Presidente del Consiglio) fino a Dicembre 2016. In questa prima fase non mi sono soffermata sull'analisi di nessun evento in particolare ma ho solo raccolto tutti i tweet anno per anno, ho creato delle “nuvole di parole” e le ho confrontate per mettere in risalto punti di comunione o di convergenza tra i due candidati;

• Fase seconda: confronto di determinati eventi: le elezioni europee del 2014 e il Referendum Costituzionale del 2016. In questa seconda fase ho raccolto i tweet dei candidati nel periodo attiguo alle elezioni, nel dettaglio tre mesi prima e tre mesi dopo il voto. Anche in questa fase ho realizzato delle “nuvole di parole” per poter analizzare le strategie di campagna utilizzate e mettere in luce le parole chiave su cui questa campagna si basa.

Per la creazione di nuvole di parole è stato utilizzato un programma online (https://wordsift.org/) il quale permette, attraverso l'inserimento di frasi, di creare delle nuvole di parole con i termini utilizzati più frequentemente.

Dall'analisi dei profili Twitter di entrambi i candidati appare subito evidente una differenza: Renzi utilizza Twitter per poter comunicare con i propri elettori all'interno della piattaforma stessa, Di Maio, invece, in ogni suo tweet, a parte qualche caso sporadico, rimanda sempre alla sua pagina Facebook o al blog di Beppe Grillo.

Mentre il linguaggio dei tweet di Renzi è chiaro, conciso e diretto, tutti i tweet di Di Maio sono incompleti, caratterizzati da frasi spezzate e si concludono con il link di rimando alla pagina in cui è pubblicato l'intero discorso.

Un'altra differenza che appare subito chiara, e che non muta nel corso dei tre anni presi in esame, riguarda il modo di rispondere ai cittadini.

Renzi utilizza la piattaforma per poter rendere partecipi i cittadini e per interagire con loro. Risponde ai commenti nella maggior parte dei suoi tweet e apre un apposito evento, #matteorisponde, una volta la settimana per la durata di un'ora proprio con l'intento di poter dialogare con le persone che lo seguono.

A differenza di Renzi, e per ovvie ragioni se si tiene conto del fatto che utilizza la piattaforma solo come rimando ad altri siti, Luigi Di Maio risponde raramente ai commenti dei follower della pagina. Qualche risposta in più la si trova nella sua pagina Facebook ma risultano essere sempre molto poche se si mettono a confronto con quelle di Matteo Renzi.

Aiutandoci con le infografiche, vediamo adesso quali sono i temi principali della comunicazione dei nostri candidati. Vediamo, inoltre, se vi sono cambiamenti nel corso degli anni in merito ai temi e al modo di comunicarli. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

La comunicazione politica: PD e M5S. Un confronto tra i tweet di Renzi e di Di Maio (2014-2016)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Milena Fanciulli
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Discipline dell'Arte, della Musica e dello Spettacolo
  Relatore: Salvatore Adorno
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 133

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi