Skip to content

L'Equilibrio Educativo nel Triangolo Genitori / Figli / Sport

Il triangolo Genitori/Figli/Allenatore

Flavio Nascimbene, noto psicologo, ha rilevato durante i suoi studi con allenatori di squadre del settore giovanile e con atleti adolescenti e giovani adulti la forte influenza dei legami affettivi sugli aspetti tecnico-atletici dello sportivo.
In particolare ha constatato l'influenza dei genitori (e per qualcuno anche degli amici e del partner sentimentale) sui loro figli e la particolare interazione con l'allenatore, presentando così il triangolo sportivo, ovvero quella triade relazionale considerata l'unità minima di lavoro per lo psicologo dello sport alle prese con un atleta in età evolutiva. Il triangolo sportivo è costituito dallo sportivo, i suoi genitori e il coach.

Nella sua esperienza ha notato che molti allenatori, per altro coscienziosi e seri nel loro mestiere, lamentavano l'azione disturbante, boicottante, e solo talvolta collaborativa da parte dei genitori, rispetto a quelli che consideravano gli obiettivi che l'allenatore-educatore doveva portare avanti. A domanda dello psicologo sulla relazione con padri e madri, la risposta immediata era di noia o imbarazzo, e l'atteggiamento conseguente nei loro confronti era prevalentemente quello di “evitare il rapporto”.
Nascimbene ha rilevato nei suoi studi un ostacolo: i coach non erano minimamente dotati di un metodo strutturato che aprisse delle opportunità di ascolto e scambio costruttivo con i genitori dei loro pupilli.

In assenza di momenti di confronto strutturati, i genitori a loro volta percepivano i coach come dei “tecnici” poco interessati ai loro bimbi e ancor meno alle loro opinioni di genitori.
Tendevano quindi specularmente a ignorarli (“occhio per occhio...”) o a squalificarli, a volte in modo eclatante e poco educato (scena tipica è l'urlo dalla curva in contestazione delle indicazioni del mister, creando nel loro figlio un conflitto di lealtà di non facile risoluzione).

È risaputo che le relazioni tra figlio e genitori sono tra le più delicate che esistano. Prendere in analisi i comportamenti, le sensazioni e le emozioni dei figli e dei genitori durante momenti di grande rilevanza emotiva come un evento sportivo (gara o allenamento) può portare a conoscere la vera personalità del bambino e del genitore.
Può anche portare a conoscere i veri rapporti e il vero ascendente che ha la presenza del genitore sullo stato emotivo, sullo stato fisico e psichico del bambino durante l'attività sportiva.

Come già detto, l'influenza del genitore sarà sempre presente e non avrà mai un impatto neutro sull'equilibrio del bambino.
Voglio quindi indicare come esempio da seguire nello sport l'atteggiamento assunto dai genitori nell'ambiente scolastico.
Questo sarà possibile solo se gli allenatori saranno capaci di assolvere alla delega concessa dai genitori sui loro figli durante la pratica sportiva senza alienarli, ma rendendoli invece una presenza attiva, attraverso l'acquisizione di quelle informazioni che solo il genitore conosce a seguito dell'esperienza quotidiana con i propri figli.

I genitori saranno così partecipi dello sviluppo sportivo del proprio figlio attraverso incontri periodici finalizzati al confronto di opinioni e alla definizione di piani d'azione che assicurino un processo completo di sviluppo motorio e fisico del bambino. Esattamente come avviene nell'ambiente scolastico con i programmi educativi e didattici, le pagelle e le valutazioni dei rendimenti da parte degli insegnanti.

Facendo chiarezza sui ruoli, non solo aiuteremo l'allenatore a svolgere il suo lavoro in maniera efficiente, ma faciliteremo i piccolo atleti in una crescita psico-fisica equilibrata e serena. Al fine di capire in modo concreto e in tempi rapidi quali sono gli elementi fondamentali da tenere presenti in un metodo di collaborazione strutturata tra allenatore e genitori, è stato messo a punto un mini sondaggio su un campione di trenta famiglie che frequentano diverse scuole di calcio giovanili. Il sondaggio, descritto dettagliatamente nel capitolo successivo di questa tesi, aiuta ad introdurre alcuni concetti fondamentali nella gestione dei rapporti nel triangolo genitori-figli-allenatore.

Questo brano è tratto dalla tesi:

L'Equilibrio Educativo nel Triangolo Genitori / Figli / Sport

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Eugenio Monaci
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Istituto Universitario di Scienze Motorie di Roma
  Facoltà: Scienze Motorie
  Corso: Scienze delle attività motorie e sportive
  Relatore: Pasquale Moliterni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 52

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi