Skip to content

Buchi di Tensione - Caratterizzazione dei buchi di tensione, analisi e valutazione dei dati relativi a questi disturbi di Power Quality estrapolati dal sito QuEEN

Buchi di tensione da fenomeni temporaleschi

In passato sono state effettuate analisi per la correlazione tra gli eventi di disturbo di PQ (buchi di tensione) e la densità di fulmini al suolo, considerando le principali caratteristiche di una linea quali tipo di posa, stato del neutro, lunghezze ed appartenenza ad una determinata macro-area.

Da questa ricerca emergeva che “soltanto” il 18% dei buchi di tensione registrati era correlato alla presenza di fulminazioni al suolo, a prescindere dall’origine MT o AT dell’evento di disturbo.

In seguito, approfondendo questa ricerca, sono state fatte le ulteriori considerazioni:
- La numerosità degli eventi registrati non è principalmente funzione della sola densità di fulmini al suolo, bensì dipende dal fenomeno temporalesco nel suo complesso;
- Una rete di trasmissione AT è comunque più vulnerabile in presenza di eventi temporaleschi, poiché prevalentemente costituita da un maggior numero di interconnessioni, oltre che più estesa rispetto alla rete MT.

Per poter fornire un’analisi più dettagliata riguardo la correlazione tra il fenomeno temporalesco nel suo complesso con i buchi di tensione, si è ricorso ai dati forniti dal sistema di monitoraggio e allerta per temporali intensi STAF (Storm, Track Alert & Forecast), nato dall’RSE (Ricerca Sistema Energetico) e finalizzato all’emissione di allarmi in caso di eventi temporaleschi su determinate aree.

Il sistema STAF si basa sull’analisi on line di dati ad alta risoluzione spazio-temporale provenienti dal radar meteorologico installato sul Monte Lema del Servizio Meteorologico Svizzero e dal satellite geostazionario europeo METEOSAT. L’area ricoperta dal radar è di 400 x 400 km all’interno della quale sono stati individuati, sulla base delle rispettive coordinate geografiche, i seguenti siti monitorati facenti parte del QuEEN:
- 150 siti corrispondenti a cabine primarie (CP) con 8 regioni coinvolte;
- 51 siti corrispondenti a installazioni “lungo linea”. […]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Buchi di Tensione - Caratterizzazione dei buchi di tensione, analisi e valutazione dei dati relativi a questi disturbi di Power Quality estrapolati dal sito QuEEN

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Emilio Tria
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: Politecnico di Torino
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria elettrica
  Relatore: Angela Russo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 27

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi