Skip to content

La situazione economica delle colonie americane

Comparazione fra i redditi delle colonie e quelli della madrepatria

Confrontando il reddito medio pro capite delle tredici colonie con quello della Gran Bretagna vediamo che nel 1774 viene raggiunta la parità: il reddito pro capite coloniale di 69,1$ si rivela più o meno uguale a quello inglese che era di 69,5$ (Lindert- Williamson, 2014: 10). Tuttavia le colonie in termini di potere di acquisto avevano superato la madrepatria ben prima. L'esistenza del divario è ulteriormente confermata dal fatto che nel XVIII secolo i coloni avevano salari reali superiori.

Il motivo principale per il quale le colonie evidenziano questo vantaggio nel potere di acquisto è dato dal fatto che i prezzi dei beni di consumo di base erano più economici all'interno di esse che in Inghilterra. Questi beni sono sia prodotti alimentari, che forniscono calorie e proteine come grano, fagioli, piselli, carne, burro e olio, che prodotti non alimentari quali sapone, lino, cotone, candele lampade ad olio e combustibili come legna e carbone. Essi erano molto importanti per la gente comune e presentavano quasi sempre una maggiore economicità nelle colonie.

Per quanto concerne invece i beni che interessavano prevalentemente la fascia benestante della popolazione e non erano necessari a soddisfare i bisogni primari, si riscontra una carenza informativa inerente al loro prezzo. Possiamo comunque effettuare alcune ipotesi ed affermare che presumibilmente esso era più basso nella madrepatria in quanto questa categoria è rappresentata da beni di lusso, beni strumentali oppure servizi governativi.

È quindi possibile desumere che gli abiti alla moda, le carrozze di lusso o l'intrattenimento fossero più accessibili per i ricchi londinesi rispetto alle classi agiate che si stavano formando nelle colonie americane. Tuttavia questo non evidenzia alcun tipo di vantaggio per la madrepatria, infatti è prevalentemente l'economicità dei beni di prima necessità -e non di quelli di lusso- che interessando la maggioranza della popolazione, determina un vantaggio nel potere di acquisto.

Questo brano è tratto dalla tesi:

La situazione economica delle colonie americane

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Filippo Pierini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze dell'economia e della gestione aziendale
  Relatore: Michelangelo Vasta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 28

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

reddito
situazione economica
diseguaglianza
madrepatria
colonie americane

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi