Skip to content

Le regine ellenistiche: esempi di donne straordinarie

Alcune riflessioni sulle donne spartane

Tuttavia, non tutti gli studiosi sono d’accordo nell’individuare un ruolo delle donne spartane nelle riforme di Agide e Cleomene e le riporta al tema della GYNAIKOKRATIA, ossia l’eccessivo potere delle donne spartane teorizzata da Aristotele. Sulle riforme di Agide IV e Cleomene III, dove si ipotizza che le donne abbiano avuto un ruolo politicamente importante, è bene soffermarsi sulle ipotesi avanzate da Claude Mossè e Anton Powell.

Powell afferma che Sparta era amministrata soltanto dalle donne e detta tesi troverebbe basi abbastanza solide dal momento che, in caso di guerra e, perciò in mancanza di uomini, le donne prendevano il governo della città.
Claude Mossè si è concentrata sul ruolo politico avuto dalle donne più ricche e anch’ella ne illustra un gruppo, separato in due categorie: la prima costituita dalle donne di discendenza reale come Agesistrata, Agiatide, Archidamia e Cratasiclea, le quali offrirono ai rispettivi uominiil loro patrimonio per supportare la loro riforma; l’altra categoria avrebbe tentato di ostacolare i sovrani per timore di perdere le proprie ricchezze.

Ma, in tutto ciò, fu davvero determinante il ruolo delle donne spartane?

Archidamia era la nonna di Agide IV e viene ricordata nell’aver rivendicato, presso la GHEROUSIA, il diritto delle donne ad aiutare gli uomini per difendersi contro Pirro.
Parlando di Agide, Plutarco si sofferma molto sulla sua virtù di “praotes” ma ribadisce anche che le donne spartane fossero attaccate eccessivamente al lusso e questa affermazione non è altro che la conferma della tesi di Aristotele, che accusava le donne di essere causa della corruzione degli ideali spartani per soddisfare la loro brama lussuriosa.

"Infatti le donne si opposero, non solo perché venivano a perdere il lusso che per la loro mancanza di gusto reputavano segno id felicità, ma anche perché si vedevano private del loro potere e della considerazione di cui godevano per la loro ricchezza."

Per quanto riguarda la figura di Cleomene, Cratesiclea risulta essere stata determinante nella riforma politica del figlio, secondo due punti di vista: dona parte delle sue opulenze a Cleomene e si propone come ostaggio al re Tolomeo III, quindi, Cratesiclea è presentata come una donna dello Stato e per esso si sacrifica.
Analizzando le varie fonti, possiamo certamente ritenere importante il ruolo politico delle donne spartane nel III secolo a. C., perché fu di grande aiuto nella risoluzione dei problemi che Sparta stava affrontando, ma deve essere visto con cautela, in quanto, benché esse godessero di una certa indipendenza, non è lecito affermare che avessero autorevolezza politica, poiché, a ben guardare, le azioni compiute da Sparta sono state per lo più realizzate da uomini.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Le regine ellenistiche: esempi di donne straordinarie

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marianna Sabia
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi della Basilicata
  Facoltà: Scienze Umane
  Corso: Storia e Civiltà Europee
  Relatore: Stefania Gallotta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 103

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

donne
sparta
olimpiade
regine ellenistiche
laodice i
alesssandro magno
berenice ii
arsinoe ii
euridice syrra
cleopatra vii

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi