Skip to content

Progettazione e realizzazione di un Data Warehouse per l'estrazione di conoscenza in merito alle attività di formazione avanzata della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione

Cosa è un Data Warehouse?

Tra i sistemi di supporto alle decisioni i sistemi di Data Warehousing sono probabilmente quelli su cui negli ultimi anni si è maggiormente focalizzata l’attenzione sia del mondo accademico che di quello industriale.

Informalmente, un Data Warehouse può essere definito come una collezione di metodi, tecnologie e strumenti di ausilio al cosiddetto “lavoratore della conoscenza” (knowledge worker - dirigente, amministratore, gestore, analista) per condurre analisi dei dati finalizzate all’attuazione di processi decisionali e al miglioramento del patrimonio informativo.

Le caratteristiche principali del processo di Data Warehousing, ossia del complesso di attività che consentono di trasformare i dati operazionali in conoscenza a supporto delle decisioni sono le seguenti:

• accessibilità a utenti con conoscenze limitate di informatica e strutture dati;
• integrazione dei dati sulla base di un modello standard dell’impresa;
• flessibilità di interrogazione per trarre il massimo vantaggio dal patrimonio informativo esistente;
• sintesi per permettere analisi mirate ed efficaci;
• rappresentazione multidimensionale per offrire all’utente una visione intuitiva ed efficacemente manipolabile delle informazioni;
correttezza e completezza dei dati integrati.

Al centro del processo, il Data Warehouse (letteralmente, magazzino dei dati) è un contenitore (repository) di dati che diventa garante dei requisiti esposti. Una definizione corretta e completa di Data Warehouse è tratta dal testo di Inmon:

Un Data Warehouse (DW) è una collezione di dati di supporto per il processo decisionale che presenta le seguenti caratteristiche:
• è orientata ai soggetti di interesse;
• è integrata e consistente;
è rappresentativa dell’evoluzione temporale e non volatile.

Si intende che il Data Warehouse è orientato ai soggetti perchè si incentra sui concetti di interesse dell’azienda, quali i clienti, i prodotti, le vendite, gli ordini. Viceversa, i database operazionali sono organizzati intorno alle diverse applicazioni del dominio aziendale.

L’accento sugli aspetti di integrazione e consistenza è importante poichè il Data Warehouse si appoggia a più fonti di dati eterogenee, ad esempio a dati estratti dall’ambiente di produzione, e quindi originariamente archiviati in basi di dati aziendali, o, addirittura, provenienti da sistemi informativi esterni all’azienda. Di tutti questi dati il Data Warehouse restituisce una visione unificata. Pertanto, la costruzione di un sistema di DataWarehousing non comporta l’inserimento di nuove informazioni bensì la riorganizzazione di quelle esistenti e implica l’esistenza di un sistema informativo.

Mentre i dati operazionali coprono un arco temporale di solito piuttosto limitato, poiché la maggior parte delle transazioni coinvolge i dati più recenti, il Data Warehouse deve permettere analisi che spazino sulla prospettiva di alcuni anni. Per tale motivo, il Data Warehouse è aggiornato ad intervalli regolari, a partire dai dati operazionali, ed è in continua crescita.

Volendo fare un paragone si può considerare che, a intervalli regolari, venga scattata una fotografia istantanea dei dati operazionali. La progressione delle fotografie scattate viene memorizzata nel Data Warehouse dove genera un film che documenta la situazione aziendale da un istante zero fino al tempo attuale.

Proprio per il fatto che, in linea di principio, non vengono mai eliminati dati dal Data Warehouse e che gli aggiornamenti sono tipicamente eseguiti “a freddo”, ossia quando esso è fuori linea, un Data Warehouse può essere fondamentalmente considerato come un database a sola lettura. Tale caratteristica, insieme all’esigenza degli utenti di contenere i tempi di risposta alle interrogazioni di analisi, ha importanti conseguenze a vari livelli.

Innanzitutto essa incide sulle tecnologie adottate dai DBMS specializzati per il DataWarehousing; non sono, infatti, più necessarie le tecniche sofisticate di gestione delle transazioni richieste dalle applicazioni operazionali.

Inoltre, il fatto di operare in sola lettura differenzia profondamente le soluzioni di progettazione logica per i Data Warehouse da quelle utilizzate per i database operazionali; l’aspetto forse più evidente nelle implementazioni relazionali è che la pratica della normalizzazione delle tabelle viene abbandonata a favore di una parziale denormalizzazione, mirata al miglioramento delle prestazioni.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Progettazione e realizzazione di un Data Warehouse per l'estrazione di conoscenza in merito alle attività di formazione avanzata della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Pannuti
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Reggio Calabria
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria delle telecomunicazioni
  Relatore: Domenico Ursino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 234

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

data mart
data warehouse
olap
scuola superiore della pubblica amministrazione
sistemi di supporto alle decisioni

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi