Skip to content

Il ruolo degli Assistenti Sociali nel SIA e REI: una ricerca sul campo in Calabria

Criticità e opportunità

Il REI, come tutti i progetti rivoluzionari, quando vengono messi in opera si aprono possibili imprevisti e rischi che vanno affrontati per evidenziare le criticità e per individuare dettagli da migliorare. Vanno affrontate le situazioni in cui l'obiettivo rischia di non essere effettivamente raggiungibile oppure laddove sia presente una mancanza di connessione tra la logica che ispira il Rei ed altri interventi sociali simili. Le risorse necessarie per tutelare tutti i beneficiari risultano molteplici. Il contributo che verrebbe dato alle famiglie permetterebbe loro di innalzare quelle che sono le risorse economiche presenti nel nucleo rispetto al momento della richiesta. Il limite per il prelievo dei contanti dalla carta REI è stabilito fino a massimo la metà dell'importo mensile disposto dall'INPS, ne consegue che la rimanente metà può essere utilizzato solo mediate pagamento diretto con carta. Il beneficiario sarà quindi costretto ad usare il 50% solo tramite carta e questo non gli permetterà di comprare nei mercati rionali (a prezzi più bassi), obbligandolo quindi a “farsi riconoscere come povero” in pubblico nel momento dell'esibizione della carta. Inoltre i prelievi di denaro dalla carta in questione costano al beneficiario ogni volta una commissione di 1,75 euro (presso istituti bancari) o di 1 euro (presso Poste Italiane). Risulta quindi un controsenso dare una carta per aiutare i nuclei in difficoltà economica e poi richiedere una tassa sul prelievo dalla stessa carta.
Voler giungere a delle conclusioni dopo la valutazione di punti critici e di opportunità nell'arco di pochi mesi dall'implementazione di un programma appare rischioso e forse troppo ambizioso. Parliamo di processi di cambiamento all'interno di contesti istituzionali, socioeconomici e storici e nessun intervento funziona se, oltre ai beneficiari, anche le amministrazioni pubbliche e gli operatori non sviluppano la capacità di portare avanti un percorso. Si prosegue verso una valutazione improntata anche sulle prospettive e sugli aspetti positivi che si iniziano ad intravedere, come ad esempio una maggiore responsabilizzazione da parte dei beneficiari nei confronti di un impegno ben definito; il recupero della dignità e dell'autostima per un reintegro nella vita sociale.
A cinque mesi dall'avvio, in tutto il Paese, il SIA aveva raggiunto meno di un nucleo su tre dei potenziali beneficiari con un tasso di take-up del 28,6%. Dai risultati degli studi di caso si rileva un aumento significativo del take-up tra febbraio e maggio 2017.La povertà, anche quella minorile (in aumento) rappresenta un grave problema per l'Italia che porta a forti disuguaglianze sociali e di reddito. I minori poveri sono in una situazione di svantaggio sia attuale che futura. La spesa per la protezione sociale, per la famiglia è pressappoco bassa, si spende poco e in maniera inefficace non concentrandosi in maniera costante sulle fasce a piùbasso reddit.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Il ruolo degli Assistenti Sociali nel SIA e REI: una ricerca sul campo in Calabria

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Immacolata Canonico
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali
  Relatore: Piera Rella
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 88

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi