Skip to content

Il telefonino: l'ultima frontiera della rivoluzione digitale.

Dalla macchina da scrivere al computer

Sono lontani i tempi in cui gli scrittori utilizzavano penna d’oca e calamaio per scrivere.
Oggi, anche i più arretrati e tradizionalisti si devono arrendere alla straordinaria facilità ed utilità che presenta il computer. Eppure, notevoli passi avanti sono stati fatti da quella prima e rudimentale macchina da scrivere che, per molti versi, aveva cambiato il modo di scrivere, per sempre. Uno scrittore dell’inizio del secolo scorso, Henry James, racconta di come la macchina da scrivere era diventata per lui un’abitudine sin dal 1907 e il suo nuovo stile assunse un curioso carattere libero e magico. Dettare alla sua segretaria, non solo gli era più facile, ma lo ispirava di più che scrivere a mano dato che tutte le cose gli sembravano “tirate fuori” più efficacemente parlando che non scrivendo. Oggi, grazie al computer, è possibile cancellare immediatamente l’errore fatto senza appallottolare il foglio di carta su cui si scrive, a causa delle troppe correzioni. Il computer, come oggi lo conosciamo, ha fatto il vero passo da gigante negli ultimi trent’anni, da quando cioè è stato inventato il personal computer (meglio noto come pc) che aveva come principale caratteristica quella delle dimensione ridotte e del basso costo a differenza dai computer usati fino ad allora che occupavano a volte stanze intere ed erano utilizzabili solo dalle grandi e ricche aziende. Se si considerano tutte le possibilità che oggi il computer ci offre, ci si rende subito conto di come questo avvenimento ha cambiato il nostro modo di vivere. Grande giubilo accompagnava la nascita del primo cd-rom, un oggetto grande quanto una mano ma sottilissimo, in cui era contenuta addirittura un’intera enciclopedia.
È questa è solo una delle tante invenzione connesse all’uso del computer. Ogni anno questa tecnologia si evolve, tanto da rendere completamente obsoleto un computer nel giro di un paio di anni. Per renderci conto della grande velocità d’innovazione del computer è sufficiente dire che se l’automobile avesse fatto in tutta la sua esistenza gli stessi progressi che ha avuto il computer negli ultimi trent’anni, oggi avremmo auto che, una volta posteggiate, si potrebbero rimpicciolire e riporre nel taschino della giacca. Ma questa oggi sarebbe fantascienza.
Internet merita un capitolo a parte. Grazie ad esso, oggi è possibile raccogliere in pochissimo tempo una quantità di informazioni che fino a qualche tempo fa era inimmaginabile. Ma è solo la cima dell’iceberg. Infatti è anche possibile comunicare con perfetti sconosciuti di altre nazioni e distanti migliaia di chilometri. Forse l’ultima frontiera di internet è stata la possibilità di ricevere le frequenze televisive attraverso il computer. È oggi possibile, usando un semplice programma, guardare la maggior parte dei programmi televisivi in diretta sul proprio computer.
Così, nonostante la velocità di trasmissione delle informazioni sia aumentata a dismisura nell’ultimo secolo, ci si lamenta costantemente di rallentamenti. Da qui una continua ricerca di velocità e di tempo e un probabile salto in un futuro dove i mass media condizioneranno ancora di più la nostra vita; un salto come quello che è avvenuto con la “rivoluzione digitale”.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Il telefonino: l'ultima frontiera della rivoluzione digitale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Salvatore La Fauci
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Marco Centorrino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 66

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi