Skip to content

Walt Disney Company: una crescita senza precedenti

Dalla rottura con la Pixar a Bob Iger

Uno dei protagonisti della Disney in questa fase è Robert Allen Bob Iger che muove i suoi primi passi all’interno della società come presidente della ABC Group fino a ricoprire il ruolo di presidente e amministratore delegato della Walt Disney Company.
È opportuno fare un passo indietro e comprendere il passato di un uomo che ha portato la compagnia ad essere una delle più rinomate e rispettate al mondo, secondo quanto riportato dalla rivista Forbes, che ha indicato lo stesso Iger come uno dei migliori datori di lavoro al mondo nel 2018 e nel 2019. Si può dire che Iger abbia avuto una vita al quanto modesta e lineare, senza troppi imprevisti. Appassionato di giornalismo televisivo si laurea nel 1973 in Scienze della televisione e della radio; l’anno successivo comincia a lavorare per la ABC Television, non come giornalista qual era il suo sogno, ma come responsabile operativo della società. Nel 1996, quando l’azienda venne acquisita ne divenne presidente, facendosi strada parallelamente alla carriera di Eisner, allora CEO della Disney, che viveva alti e bassi. Tre anni più tardi, nel 1999, gli venne assegnato anche il ruolo di presidente della Walt Disney International. Già dall’inizio, si era distinto nella società televisiva per le sue capacità di leader e stratega, guidando la fusione tra la Disney e la ABC. Come responsabile della presidenza in una delle divisioni della Disney, riuscì ad ottenere maggiore presenza fuori dagli Stati Uniti, ponendo le basi per il “progetto di crescita internazionale” della Società oggi. Inoltre, come riportato sempre sul sito ufficiale, ad oggi Iger fa parte del consiglio di amministrazione della Apple, del National 11 Memorial & Museum e Bloomberg Philanthropies, ed è membro dell’Academy of Arts & Sciences (una delle più prestigiose società onorarie degli Stati Uniti).
Mentre Iger tracciava il suo percorso Eisner era impegnato nella difficile gestione dei rapporti con la Pixar, causati anche dalla presunzione dello stesso Eisner nel volere prevalere sulla controparte. Nel 2004 ci fu anche un tentativo di acquisizione da parte della Comcast nei confronti della stessa Disney. Tentativo che Eisner rifiutò senza consultare il comitato esecutivo, poiché, a suo avviso, tale acquisizione avrebbe fatto cadere le sue quote di partecipazione. La sua posizione in quegli anni era totalmente in bilico e la sua strategia non era condivisa da diverse figure rilevanti all’interno della società, tra cui Roy E. Disney, nipote di Walt. In più, preoccupava il malcontento degli azionisti per le performance che non riuscivano a soddisfare alle aspettative. In seguito con l’appoggio di Roy, nel 2005 venne nominato nuovo amministratore delegato Bob Iger. Egli cambiò direzione, soprattutto in funzione dei rapporti con Jobs, perché sapeva che l’innovazione tecnologica sarebbe stata uno dei tasselli fondamentali per il piano strategico pensato per far rifiorire la società, e la Pixar in quel momento figurava come il compagno più adatto e fidato per rivitalizzare soprattutto i cartoni animati Disney, dai quali tutta l’impresa era partita.
Nei due capitoli successivi si delineeranno, nel dettaglio, i principali passi e le strategie messe in atto da Iger, per sviluppare quel suo progetto di crescita asserito come Presidente della divisione internazionale della casa di Topolino.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Walt Disney Company: una crescita senza precedenti

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Simone Ascente
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi della Calabria
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Andrea Lanza
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 37

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

walt disney
disneyland paris
strategia disney
acquisizione della pixar
acquisizione della marvel
acquisizione della lucafilm
acquisizione 21st century fox
strategie cardine disney
bob iger
piattaforma disney+

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi