Skip to content

La figura del CTU e del CTP. Guida alla Consulenza Tecnica d’Ufficio in sede civile e penale: dall’incarico alla perizia

Diritti e doveri del Consulente Tecnico d'Ufficio (CTU) e del Consulente Tecnico di Parte (CTP)

Il Consulente è tenuto principalmente ad avere competenza specifica in un determinato settore e ad avere conoscenze approfondite in ambito della materia processuale civile e quindi di quelle norme che regolamentano la propria attività  di Consulente. Egli è tenuto ad osservare le disposizioni del magistrato, contenute nell'ordinanza di nomina; l'esecuzione delle varie attività  può essere delegata ad altri consulenti, tranne l'accertamento e la valutazione dei fatti, ma la responsabilità  di tutto è sua. Deve valutare le prove offerte dalle parti, in particolar modo dai C.T.P. chiedere e ottenerne precise indicazioni, ciò per quanto riguarda i procedimenti di merito, mentre in quelli cautelari deve accertare i fatti, tenuto conto delle modalità  e del costo che la parte che ha interesse è disposta ad affrontare.

Deve partecipare alle udienze di cui riceve convocazione; svolgere indagini che gli sono state commesse con o senza la presenza del Giudice(art.194 del codice); fornire i chiarimenti chiesti in udienza o Camera di Consiglio; domandare chiarimenti alle parti, se autorizzato dal Giudice; assumere informazioni da terzi, anche questo previa autorizzazione del Giudice. La sua attività  deve essere svolta con diligenza, perizia ed imparzialità , non può acquisire dalle parti o da terzi documenti che non siano stati già  autorizzati dal Giudice Istruttore e tutta la documentazione acquisita deve poter essere esaminata dalle varie parti. In ultimo ma non meno importante il Consulente non può mediare la sua relazione al fine di giungere ad un compromesso,perchà© inquinerebbe l'oggettività  dell'accertamento o della valutazione.

Il C.T.P. come il C.T.U. partecipa alle udienza e alla Camera di Consiglio, interviene ogni volta che lo fa il C.T.U. per poter chiarire e svolgere le sue osservazioni sui risultati delle indagini tecniche, sempre previa autorizzazione del Presidente interviene alle operazioni peritali del C.T.U. e può presentargli osservazioni e istanze che devono essere tenute in conto sia dallo stesso C.T.U. che dal Giudice, ma non può ampliare il campo d'indagine del C.T.U. Non è obbligato a stendere un verbale, ma è consigliabile che documenti ogni attività  svolta in fase d'indagine istruttoria.

Il C.T.P. ha il dovere di svolgere la sua funzione applicando con esattezza quanto previsto dalle tecniche specifiche, nel nostro caso di medicina legale, con la massima professionalità  al fine di produrre strumenti di assistenza tecnico professionale di alta qualità  finalizzati alla ricerca e accertamento della verità . In sede di sopralluogo, il C.T.P. ha la mansione di guidare e controllare il C.T.U., nel compito che il Giudice gli ha affidato, al fine di rendere agevole l'acquisizione degli elementi per riconoscere il requisito d'urgenza e di acquisire i mezzi istruttori da utilizzare nella fase di merito e in tale fase sarà  possibile accertare le cause di quanto lamentato e stabilire l'entità  del danno sulla base degli accertamenti in sede cautelare.

L'esito della C.T.U. può essere di 3 tipi:
1) favorevole alla parte attrice, nessun'altra azione viene fatta dal C.T.P.;
2) contraria o
3) parzialmente favorevole, in questi casi il C.T.P. deve redigere una memoria di controdeduzioni in cui si contestano punto per punto le affermazioni ritenute errate e il difensore può chiedere al giudice che il C.T.U. venga convocato in un'udienza in cui dovrà  dare chiarimenti sull'elaborato peritale.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

La figura del CTU e del CTP. Guida alla Consulenza Tecnica d’Ufficio in sede civile e penale: dall’incarico alla perizia

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Caterina Gesualdi
  Tipo: Tesi di Master
Master in Dritto e Management delle Professioni Sanitarie
Anno: 2017
Docente/Relatore: Morena Martire
Istituito da: Libera Università Mediterranea "Jean Monnet"
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 47

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

consulente di parte
guida
leggi
sentenza
perizia
perito
caso clinico
infermiere forense
cenni storici
conulente tecnico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi