Skip to content

Le esternalità di rete nel mercato del gaming: gli Esports e il caso Mkers

Esports e social media: un connubio di successo

Come osservato in precedenza, la fan base degli Esports è molto legata al mondo dei social network, attraverso i quali l’85% dei fan si informa, partecipa a community dedicate e, inoltre, rappresenta la principale attività di second screening durante la fruizione di eventi sportivi elettronici. Analizzando lo spazio web italiano, il volume delle discussioni a tema Esports è in costante crescita dall’inizio del 2018 e, nel corso di tutto l’anno, sono stati attestati all’incirca 1.3 milioni di contenuti dedicati, con media mensile di 90.500 post. Le 3 piattaforme digitali più utilizzate sono Twitter, le News e i Forum, nelle quali possiamo rintracciare il 76% delle conversazioni sugli Esports in Italia, trend che però risulta essere in calo a dimostrazione di una migrazione dell’audience nei confronti di altre piattaforme, in primis YouTube ed Instagram; il dato risulta però falsato dalle API di Facebook che non consentono di tracciare e monitorare le conversazioni nelle bacheche private. Nel corso della giornata le conversazioni online seguono un andamento crescente dalle 8 del mattino, con un leggero decremento all’ora di pranzo, e raggiungendo il culmine di volume nel primo pomeriggio.

Il 2018 è stato segnato dal boom di Fortnite, titolo di Epic Games che ha definitivamente lanciato il genere dei Battle Royale nell’industria videoludica mondiale e italiana, che risulta essere anche il maggior driver delle discussioni online. Tra i titoli più discussi, escludendo Fortnite che fa da padrone alla classifica, seguono Fifa, Gta e Overwatch.

Tra le leghe, invece, ESL risulta il circuito più discusso del web a causa della diversificazione dei suoi titoli, al quale seguono le leghe organizzate dai publisher come i campionati di League of Legends o la NBA 2k League. Merita menzione la piattaforma di Amazon dedicata allo streaming degli Esports nella quale, secondo il Rapporto sugli Esports in Italia, da gennaio 2018 sono stati tracciati 103.581 contenuti online (+32% vs 2017) a tema Twitch, provenienti dall’Italia: il 17% del volume di questi buzz proviene da news e siti web, numero in crescita che mostra come la nicchia iniziale si stia ampliando, anche grazie all’espansione del web e della live streaming.

Da un punto di vista del marketing, risulta essere di fondamentale importanza capire chi sono i fan di Esports che navigano sulle piattaforme e nelle community dedicate, per poter coprire i touch point con contenuti adeguati, onde evitare spreco di risorse e di “bruciare” un punto di contatto con un potenziale consumatore. Secondo la profilazione della digital audience italiana condotta da Nielsen, le regioni più prolifiche risultano essere Lombardia e Lazio; ciò ci dà un’importante indicazione sull’ubicazione di possibili eventi dedicati al mondo del gaming. In seguito all’analisi di listening sui contenuti tracciati, risulta essere un target a forte prevalenza maschile (74%) con un’età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Osservando il target da un punto di vista qualitativo, possiamo notare che gli utenti mostrano interesse e affinità nel mondo della tecnologia, dei viaggi e dei motori, in particolare nella Formula 1. Risulta essere un target legato al mondo della musica, in particolare al mondo hip-hop e alla musica rap, con propensione sia ai profili emergenti, che non (tra i più seguiti troviamo Shade, Salmo, Marracash, Clementino); anche il mondo dell’abbigliamento può trarre beneficio da questi utenti, in particolare brand di sportswear come Nike, Puma e Adidas.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Le esternalità di rete nel mercato del gaming: gli Esports e il caso Mkers

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Denis De Riso
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2018-19
  Università: Seconda Università degli Studi di Napoli
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Management- profilo Marketing
  Relatore: Francesco  Izzo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 107

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

videogiochi
esternalità di rete
sport marketing
hype cycle
gaming
millennials
esports
mkers
cloud gaming
esport

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi