Skip to content

Analisi economico-finanziaria degli effetti della crisi sulle aziende industriali emiliano-romagnole

Gli obiettivi dell’analisi della performance economico-finanziaria

Per analisi della perfomance economico-finanziaria si intende il processo che, attraverso opportune elaborazioni dei dati e delle informazioni fornite dal bilancio ( sia esso preventivo, consolidato, straordinario, d’esercizio – su cui si svilupperà la trattazione), è volto ad esprimere una valutazione attuale e prospettica sullo “stato di salute” dell’azienda, ovvero della sua situazione economica, patrimoniale e finanziaria.

L’analisi economico-finanziaria è uno strumento di gestione e di controllo perché svolge una duplice funzione, innanzitutto offre un quadro di riferimento per la valutazione delle performance aziendali che consenta di conoscere ed interpretare la gestione passata, ma allo stesso tempo offre una visione prospettica, che evidenziando i problemi da affrontare, consente di programmare meglio la gestione futura.

Il fine dell’impresa è generare un’adeguata remunerazione di tutti i fattori produttivi impiegati nell’impresa, mantenendo la funzionalità della stessa e garantendo opportunità di sviluppo durature. Il primo obiettivo dell’analisi economico-finanziaria, o di bilancio è, infatti, verificare la redditività conseguita dell’impresa e confrontarla con la redditività attesa dagli investitori: solo se il differenziale tra redditività conseguita ed attesa è positivo si può affermare che l’impresa è in grado di generare valore economico ed essere perciò più attrattiva per i soggetti esterni (finanziatori, risorse umane, fornitori, ecc.).

L’analisi economica indaga perciò la capacità dell’azienda di generare un flusso di ricchezza adeguato a remunerare tutti i fattori impiegati mantenendo un equilibrio a durare nel tempo ed identifica le determinanti di questa redditività. L’aspetto più interessante ai fini della gestione è, infatti, comprendere l’apporto delle varie aree gestionali al risultato complessivo conseguito. A parità di risultato d’esercizio il giudizio sarà molto diverso se esso è stato generato dalla gestione tipica dell’impresa, cioè tutte le attività volte a collocare sul mercato i prodotti e servizi in maniera economica ed efficiente, o se, al contrario, la determinante fondamentale è stata la gestione finanziaria (e quindi le modalità di copertura degli investimenti) o la gestione straordinaria.

Il secondo obiettivo dell’analisi di bilancio, realizzato attraverso l’analisi patrimoniale, è verificare la compatibilità e la coerenza nel tempo tra gli impieghi e le fonti di finanziamento utilizzate dall’impresa e, quindi, la presenza o meno di equilibrio finanziario. L’ultimo obiettivo dell’analisi di bilancio è valutare l’esistenza dell’equilibrio finanziario, cioè dell’attitudine dell’azienda a far fronte con mezzi e politiche ordinarie agli impegni finanziari assunti, cioè sulla capacità dell’impresa di gestire la liquidità e di onorare i propri debiti a breve con le risorse messe a disposizione dalla gestione ordinaria.

L’analisi economico-finanziaria può essere operata sia da analisti interni, quali i responsabili dell’ufficio amministrazione o dell’ufficio programmazione e controllo, o il commercialista dell’azienda, che da analisti esterni come, ad esempio i consulenti aziendali, le banche, le società di rating o di revisione. La possibilità di effettuare questa analisi dal punto di vista interno permette sicuramente un maggiore dettaglio dell’analisi in quanto vi è una maggiore disponibilità di informazioni, specialmente di tipo extra-contabile, rispetto agli analisti esterni che devono svolgere il loro lavoro basandosi sui dati contenuti nel bilancio d’esercizio pubblicato.
L’analisi di bilancio soddisfa le necessità informative di una pluralità di soggetti (stakeholders) interessati, in modo diretto o indiretto, all’andamento della gestione ed ai risultati della performance economico-finanziaria dell’impresa, tra questi:

- il management aziendale, per stabilire obiettivi, verificare il raggiungimento dei risultati e, in generale, valutare la capacità dell’impresa di generare risultati economici positivi e sostenibili nel tempo sulla base delle decisioni prese;

- i detentori del capitale di rischio, ovvero la proprietà aziendale, che prestano attenzione alla capacità reddituale, anche futura, dell’impresa e alla convenienza di nuovi investimenti. Inoltre l’analisi di bilancio è un utile strumento di valutazione del lavoro del management;

- i finanziatori a titolo oneroso (banche ed intermediari finanziari), interessati all’affidabilità dell’azienda nella remunerazione e nel rimborso dei capitali prestati;

- i fornitori, che prestano attenzione alla capacità dell’impresa di onorare gli impegni contrattuali assunti, anche in ottica prospettica;

- i clienti, per l’interesse nella stabilità dell’impresa che deve garantire il loro processo di sviluppo. Essi sono inoltre interessati alla previsioni di eventuali variazioni dei propri input ed alla possibilità di far emergere leve di negoziazione che permettano l’ottenimento di condizioni contrattuali più favorevoli;

- il capitale umano (e le organizzazioni sindacali), interessati alla capacità dell’azienda di generare valore nel corso del tempo così da assicurare la certezza del posto di lavoro,

- i concorrenti, per ottenere informazioni relative al competitor relative alle scelte aziendali effettuate ed al loro successo, cercando di carpire i punti di forza e di debolezza dell’impresa;

- lo Stato, per rispondere alla necessità di informazioni alla base delle scelte da effettuare in materia, ad esempio, tributaria, di programmazione economica, di controllo dell’attività economica.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Analisi economico-finanziaria degli effetti della crisi sulle aziende industriali emiliano-romagnole

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giulia Laghi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Gestione Aziendale
  Relatore: Franco Visani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 156

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi per indici
imprese
riclassificazione
crisi economica
emilia-romagna
settore industriale
analisi economico finanziaria
effetti crisi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi