Skip to content

Il valore economico del calcio moderno: analisi di bilancio e scelte di investimento nel caso Juventus F. C.

Il Financial Fair Play e le licenze UEFA

Nel contesto finora delineato, è necessario inserire anche la figura del più volte citato ente europeo UEFA, il quale ha definito alcuni strumenti normativi con lo scopo di facilitare il conseguimento dell’equilibrio economico e finanziario dei club.
Nello specifico, l’UEFA ha impostato un sistema per cui ogni club, ai fini della partecipazione alle diverse competizioni europee, deve possedere dei requisiti specifici per ottenere le cosiddette Licenze. I criteri per il rilascio delle licenze UEFA sono contenuti in un documento denominato UEFA Club Licensing and Financial Fair Play Regulations, pubblicato nel maggio 2010 e revisionato nel 2015, promosso, all’epoca, dal Presidente UEFA M. Platini.
Il Financial Fair Play indica lo strumento di monitoraggio della situazione economica, finanziaria e patrimoniale delle società di calcio da parte dell’UEFA. Punta a limitare la differenza tra grandi e piccoli club europei e a spingere tutte le squadre alla stabilità finanziaria nel lungo periodo.

Il Manuale delle Licenze UEFA classifica cinque tipologie di criteri per la valutazione degli equilibri economici dei club ai fini del rilascio della licenza: sportivi, organizzativi, infrastrutturali, legali ed economici-finanziari.

Gli obiettivi ad essi congiunti sono i seguenti:

a) migliorare la capacità economica-finanziaria dei club con una maggior trasparenza e credibilità;
b) salvaguardare i creditori, garantendoli nei confronti dei club che dovranno rispettare le scadenze;
c) disciplina e razionalità più intense nella gestione finanziaria;
d) spronare le società ad operare considerando le proprie entrate;
e) concentrarsi su una spesa di tipo responsabile ai fini di un beneficio maggiore nel lungo periodo;
f) moderare l’incidenza dei costi del personale e gli importi dei trasferimenti;
g) puntare e mantenere la redditività a lungo termine e la sostenibilità del calcio europeo.

Ai fini della ricezione della licenza, ogni club calcistico deve fornire i seguenti documenti:

1. il bilancio d’esercizio chiuso al 30 giugno o al 31 dicembre (precedente la data di presentazione della Licenza, sottoposto a revisione legale dei conti da parte di una società di revisione iscritta nel Registro dei revisori legali presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze), redatto nella prospettiva della continuità aziendale e corredato dei documenti previsti del codice civile, compreso il rendiconto finanziario e del prospetto delle movimentazioni dei diritti pluriennali alle prestazioni sportive dei calciatori;

2. la relazione economico–finanziaria semestrale, relativa al periodo compreso tra il 1° luglio e il 31 dicembre dell’esercizio in corso al momento della richiesta della Licenza, sottoposta a revisione contabile limitata, e composta da Stato Patrimoniale, Conto Economico, Rendiconto Finanziario e Nota Integrativa, con allegate le relazioni sulla gestione degli amministratori e del soggetto incaricato della revisione legale dei conti;

3. la certificazione di assenza di debiti scaduti da trasferimento di calciatori rilasciata, dalla Lega;

4. un prospetto da cui si evince l’assenza di debiti scaduti verso i dipendenti nonché l’avvenuto pagamento delle ritenute fiscali e dei contributi, da associare al bilancio d’esercizio chiuso o alla relazione semestrale;

5. una dichiarazione che asserisca l’assenza di eventi od operazioni di rilevanza economica tale da avere un impatto negativo sulla situazione economica, patrimoniale e finanziaria della società (da trasmettere nei sette giorni precedenti la riunione della Commissione per deliberare il rilascio della licenza);

6. dei budget economico–finanziari da cui non emergono elementi che possano mettere in dubbio la continuità aziendale, uno dei principi fondamentali per la UEFA e per il conseguente rilascio della Licenza.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Il valore economico del calcio moderno: analisi di bilancio e scelte di investimento nel caso Juventus F. C.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Antonella Falsaperla
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Economia
  Corso: Direzione Aziendale
  Relatore: Carmela Rizza
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 91

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi