Skip to content

Crisi e ristrutturazione aziendale: analisi studio e ricerca del servizio di temporary management all'interno della fase di esecuzione delle oeprazioni di turnaround aziendale.

Il processo di turnaround

Una situazione di turnaround non può essere definita se non caso per caso in relazione al grado di avanzamento e all’intensità del processo di distribuzione di valore in atto.
Questo contesto si verifica quando l’azienda versa in una crisi strutturale di cassa, ma anche quando si trova in una fase stagnante, può già contenere i prodromi per un declino crescente: si tratta in generale di aziende operanti i settori maturi, che hanno usufruito storicamente di un vantaggio competitivo, ma che non hanno rinnovato in tempo il sistema prodotto/mercato, hanno cespiti ampiamente sottoutilizzati e un management non efficace. In tali casi un approccio di turnaround può risvegliare l’azienda evitando che il suo declino si traduca in stato di insolvenza.
Anche la definizione di quando una operazione di turnaround debba considerarsi conclusa è soggetta a varie qualificazioni: potrebbe dirsi conclusa quando l’azienda ritorna a creare strutturalmente nuovo valore ed ha recuperato palesemente la fiducia all’interno e all’esterno.
Una caratteristica del turnaround, ampiamente condivisa in dottrina, è la sussistenza di un’ampia riconfigurazione dell’impresa che permette di distinguere i processi di turnaround con quelli di semplice, rinnovamento, riconversione o cambiamento organizzativo.
Un secondo elemento è rappresentato dal coinvolgimento di tutte le categorie di stakeholder. Il turnaround se spogliato delle forti tensioni
emotive e delle relazioni negoziali e formali con gli stakeholder è un rinnovamento forzato, dove quest’ultimo termine sottolinea il problema dei tempi ristretti e della dimensione forte dei risultati da ottenere.
Non vi è dubbio che, implicando il turnaround un profondo cambiamento, sia inevitabile che esso comporti una rinegoziazione altrettanto profonda delle relazioni con tutte le categorie di portatori di interesse.
Un turnaround comporta sovente la sostituzione del management, talvolta, addirittura, un riassetto della proprietà.
Il processo di cambiamento crea uno strappo nella rete delle relazioni con gli stakeholder che deve essere ricucito attraverso un processo di riavvicinamento e convincimento da parte del management.
Il processo di turnaround si contraddistingue per la presenza, in varia misura, di due elementi fondamentali:
- salto quantico rispetto al passato, cioè frattura o modificazione radicale della configurazione dell’impresa;
- focus ampio degli interessi coinvolti, cioè ridefinizione dei rapporti non solo tra soggetti interni all’organizzazione, ma anche tra quest’ultima ed il complesso dei soggetti esterni.
Ponendo in relazione questi elementi è possibile costruire uno schema di riferimento per distinguere le diverse tipologie di processi di cambiamento. Peraltro poiché nella pratica i cambiamenti aziendali risultano difficilmente corrispondere ad un preciso approccio teorico (ristrutturazione, riconversione, turnaround) è preferibile distribuire i due elementi su un continuum, entro i cui estremi si collocano combinazioni più o meno prossime ad un modello puro. Ne deriva dunque un sistema di assi, l’uno che esprime la logica del cambiamento (ai cui estremi sono posti il salto quantico e il cambiamento incrementale); l’altro che esprime il focus (laddove gli estremi sono un focus ristretto, solo interno all’organizzazione, ed un focus ampio, sia interno che esterno, coinvolgente tutti gli stakeholder aziendali).

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Crisi e ristrutturazione aziendale: analisi studio e ricerca del servizio di temporary management all'interno della fase di esecuzione delle oeprazioni di turnaround aziendale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Sghinolfi
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  Facoltà: Economia
  Corso: Consulenza e Gestione di Impresa
  Relatore: Carlo Brugnoli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 386

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

crisi
ristrutturazione aziendale
temporary manager
turnaround
insolvenza
outsourcing
fallimenti
due diligence
“teoria del valore”
join venture
equity manager

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi