Skip to content

Evoluzione della comunicazione pubblicitaria del settore automobilistico in Italia dagli anni Settanta ad oggi

Il testimonial per le auto è Donna

Lancia Delta LX, immagine dallo spot con Catherine Deneuve, 1982

Nel 1979 Lancia presenta la Delta, un modello che deve far concorrenza alla Volkswagen Golf, un’auto di grande successo in Europa e nel Mondo. Disegnata da Giorgetto Giugiaro, la Lancia Delta era la prima auto della casa torinese, allora già parte del gruppo FIAT, che ampliava la gamma delle auto medie della Lancia. Tra l’altro riprendeva una tendenza di inizio secolo di battezzare le auto Lancia con nomi ispirati all’alfabeto greco.

Lancia Delta era destinata, come tradizione dell’azienda, ad una clientela dai gusti raffinati e diventò una delle auto maggiormente preferite dalla classe media. [A cura di Valerio Berruti e Aurelio Magistrà]
Nel 1982 venne lanciata la Delta LX – dove il suffisso LX sta per Lusso con dotazioni di serie paragonabili a modelli di classe superiore; per questo modello fu decisa una strategia di comunicazione particolarmente innovativa.
La Canard, agenzia torinese diretta da Fulvio Nardi [dichiarazioni all’autore di Emmanuel Grossi,], crea uno spot molto breve, da 15 secondi – mentre il formato solitamente utilizzato era il 30 secondi perché permetteva di avere più tempo per parlare del prodotto e farlo vedere. Ma questo spot non ha bisogno di tanto tempo per veicolare il suo messaggio.

Un primissimo piano ci mostra il muso dell’auto con sulla griglia il marchietto LX. L’auto si ferma e la macchina da presa carrella sempre in primissimo piano per scoprire, sorpresa, una donna bionda che esce dall’auto. Pur nella rapidità dell’azione, si capisce che la donna è Catherine Deneuve. L’attrice chiude l’auto e l’inquadratura si allarga: siamo davanti all’entrata di un albergo, un hotel elegante. Come lo è chi guida l’auto, elegante e di classe, per rafforzare il concetto che l’auto è adatta ad un pubblico raffinato. A questo punto lo speaker recita il claim dello spot: “Lancia Delta LX. La versione esclusiva di un’auto esclusiva.” Niente altro: nessun particolare dell’auto viene comunicato, non c’è nemmeno una colonna sonora, solo rumori di fondo. Lo spot si conclude con il vero claim della campagna; Catherine Deneuve si allontana dall’auto, si gira e, rivolta alla telecamera, dice “Oui, je suis Catherine Deneuve” – sì, sono Catherine Deneuve.
In modo semplice, sintetico e chiaro veniva comunicato per Lancia Delta LX il posizionamento di auto di lusso. Catherine Deneuve, attrice bella, brava e famosa, icona di eleganza del cinema francese – un cinema ritenuto tra i più ‘charmant’ della cinematografia mondiale – guida con orgoglio Lancia Delta LX. E rivendica, per i pochi che non l’avessero riconosciuta e per quelli che esitano a credere che fosse lei, che sì, alla guida di quest’auto c’è proprio lei.
Senza alcun bisogno di esplicitare reason why razionali e riferimenti alle caratteristiche di prodotto, Lancia Delta LX si posizionava così come un’auto capace di soddisfare i clienti più esigenti in fatto di eleganza e di lusso, ribadendo implicitamente le qualità del prodotto e del marchio Lancia. E tutto ciò in soli 15 secondi.

L'impatto di questa campagna fu enorme, anche perché combinava alcuni, semplici elementi facilmente riconoscibili dal pubblico: la qualità del marchio Lancia e della Delta e la notorietà e lo charme dell'attrice. A mio avviso ancora oggi il binomio DeltaDeneuve è uno tra i più riusciti nella storia della pubblicità.
Vorrei inoltre sottolineare due ulteriori aspetti della particolarità della strategia pubblicitaria di questa campagna.
Anzitutto l’attrice/testimone è stata utilizzata per interpretare sé stessa e non un ruolo in una storia costruita per il prodotto come avveniva ad esempio molto spesso in Carosello. Catherine Deneuve mantiene quindi intatta tutta la credibilità che si è costruita come attrice, non per il ruolo che interpreta ma perché lei stessa è cliente – credibile – di Lancia Delta LX.
Infine, funzionale alla strategia e all’obiettivo da raggiungere, è una donna ad essere protagonista attiva di una campagna pubblicitaria per un’auto. È lei che la guida, è lei che la parcheggia di fronte all’ingresso di un hotel di lusso, è lei che ribadisce la sua identità a chi magari ha seguito lo spot un po’ distrattamente. Ed è una donna che oltretutto promuove un tipo di auto – una berlina media di lusso tradizionalmente diretta fino ad allora ad un target group composto principalmente, se non esclusivamente, da uomini.
C’è da ricordare che la Lancia Delta è una delle auto di maggiore successo nella storia della casa torinese, in tutte le sue versioni, compresa la versione Integrale, che di lì a poco avrebbe intrapreso la strada delle competizioni facendo man bassa di titoli mondiali rally.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Evoluzione della comunicazione pubblicitaria del settore automobilistico in Italia dagli anni Settanta ad oggi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Fabrizio Logrippo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2018-19
  Università: Università Telematica Internazionale Uninettuno
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Comunicazione, Media e Pubblicità
  Relatore: Enrico Cogno
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 163

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi