Skip to content

L'impeachment statunitense: natura, funzioni e limiti dell'istituto

L’articolazione del procedimento e il dibattito sull’applicabilità del Judicial Review

La struttura del procedimento nel Congresso statunitense
Per quanto concerne la struttura del procedimento, la Costituzione statunitense stabilisce una ripartizione delle competenze tra le due Camere che compongono il Congresso. Essa infatti, attribuisce alla sola Camera dei Rappresentanti «… il potere di esercitare l’impeachment» (art. I, sez. 2, 5° comma), cioè il compito di formulare i c.d. articles of impeachment, mentre conferisce in via esclusiva al Senato «… il potere di giudicare dell’impeachment» (art. I, sez. 3, 6° comma), ovvero di determinare, in base alle prove presentate, se l’accusa contenuta in ogni articolo d’impeachment sia fondata e, nel caso lo fosse, se gli atti provati costituiscano impeachable offenses.
Questa procedura in due fasi ricalca quella prevista dal modello inglese e rispecchia lo schema del processo penale ordinario americano, in quanto si fonda sull’accusa presentata da un Grand Jury e sul verdetto emesso da parte di un’altra giuria. Tuttavia, l’analogia con l’impianto previsto dal diritto penale tradizionale non implica che l’impeachment statunitense possa essere qualificato come un procedimento penale speciale, così come è avvenuto in Gran Bretagna.
Al contrario, come già visto in precedenza, negli Stati Uniti vi è stata un’interpretazione sostanzialmente diversa dell’istituto, visto il limitato ambito di applicazione del procedimento, la previsione di una maggioranza dei due terzi per la condanna e la natura delle sanzioni. Ciò nonostante, alcune fasi della procedura sono state positivizzate solo in seguito dalle due Camere, dato che la Costituzione federale si limita a disciplinare uno schema generale dell’impeachment.

L’accusa della Camera dei Rappresentanti
Durante la Convenzione di Filadelfia, i Costituenti americani decisero di attribuire il potere di accusa alla Camera dei Rappresentanti tenendo sia conto della precedente esperienza inglese ma, soprattutto, in ragione della natura rappresentativa del Congresso.
Secondo quanto stabilito dal testo costituzionale, quindi, qualsiasi membro della Camera dei Rappresentanti può promuovere l’avvio del procedimento di impeachment nei confronti di un qualunque soggetto investito di una carica pubblica, con l’accusa di aver commesso un impeachable offense. L’atto di accusa può assumere diverse forme, in quanto essa può derivare dalla pronuncia di un intervento in aula, dal deposito di uno statement scritto o dalla presentazione di una resolution. Inoltre, nonostante tale ipotesi non figuri all’interno della Costituzione federale, è stato previsto che l’avvio del procedimento possa essere promosso anche in seguito a dei messaggi presidenziali, per volontà dei Parlamenti degli Stati membri o per mezzo di memorials del Governo, con successiva formalizzazione delle accuse sollevate da parte della Camera dei Rappresentanti. Tuttavia, è opportuno ricordare che fino al 30 giugno 1999 le indagini riguardanti il Presidente, il Vice-Presidente e i più alti funzionari federali, venivano condotte dall’Independent Counsel (fino al 1983 era lo Special Prosecutor), il quale era tenuto ad avvisare la Camera di qualsiasi informazione che poteva costituire motivo di impeachment.
Anche se la richiesta per l’avvio di un procedimento di impeachment si configura come una «privilege question», dal momento che dispone della priorità rispetto alle altre questioni dibattute in aula, prima che l’accusa venga messa ai voti è prevista una fase istruttoria che la Camera affida ad una Commissione parlamentare d’inchiesta. Compito della Commissione è quello di indagare e riferire sulle accuse che potrebbero portare all’impeachment, attraverso l’ascolto di prove derivanti da indagini effettuate dal personale della Commissione stessa o provenienti da qualsiasi altra fonte. In conseguenza delle funzioni che sono state attribuite nel corso del tempo alla Commissione, la fase istruttoria è passata da un originario schema inquisitorio ad un tipico schema accusatorio, dato che all’imputato vengono riconosciuti ampi diritti di difesa, come la possibilità di essere ascoltato, di introdurre prove a suo favore, di sottoporre ad interrogatorio i testimoni dell’accusa e di consentire la partecipazione dei propri legali difensori ai lavori della Commissione. Nonostante ciò, la partecipazione del collegio di difesa alle sedute della Commissione non può essere inquadrata tra i diritti riconosciuti ma, bensì, come un privilegio accordato dalla stessa a seconda dei casi. Questo schema procedurale di stampo accusatorio ha destato diversi pareri contrari, poiché va ad anticipare alcune attività previste nella fase di giudizio davanti al Senato, mentre l’unico compito della Commissione dovrebbe essere quello di dimostrare se i fatti accertati costituiscano delle impeachable offenses ai sensi del testo costituzionale. Per tale motivo, i poteri spettanti alla Commissione sono condizionati all’espressa attribuzione da parte della Camera dei Rappresentanti, la quale deve anche specificare la facoltà di emanare mandati di comparizione o di produzione documentale, che in caso di inadempienza possono comportare delle sanzioni penali.
Al termine della fase istruttoria, se la Commissione conclude che uno o più reati passibili di impeachment sono dimostrati con sufficiente chiarezza da giustificare un processo, essa riferisce alla Camera dei Rappresentanti riunita in seduta plenaria, la sua raccomandazione ad adottare uno o più articles of impeachment. È possibile che la Camera voti per far cadere uno o più articoli, ma è quasi impossibile che ne vengano aggiunti degli altri, in quanto gli articoli non previsti dalla Commissione si troverebbero in una posizione dubbia nel corso della fase di giudizio al Senato. Esprimendo il proprio voto sugli articles of impeachment, la Camera dei Rappresentanti determinerà la prosecuzione o meno del procedimento. Come variante a questa procedura, la Commissione può raccomandare in via generale l’impeachment, e nel caso in cui la Camera votasse a favore di questa raccomandazione, la questione verrebbe rinviata nuovamente alla Commissione per la redazione degli articoli che, infine, dovranno essere votati dalla Camera. A differenza di quanto previsto per la fase di fronte al Senato, la Costituzione federale non prevede nessuna maggioranza qualificata per il voto di accusa. In questo modo, viene applicata una regola che prevede il raggiungimento della maggioranza assoluta dei componenti (218 su 435) per convalidare le delibere, e della maggioranza semplice dei presenti per la determinazione del voto.
L’ultimo compito spettante alla Camera dei Rappresentanti prevede la nomina di managers, i quali dovranno esporre gli articles of impeachment innanzi al Senato. Essi possono essere scelti tramite una votazione generale alla Camera, mediante l’approvazione di una risoluzione contenente un elenco dei nomi designati, oppure nominati dallo Speaker dietro autorizzazione della Camera stessa. Generalmente, vengono scelti cinque managers provenienti da entrambi i partiti politici al fine di rappresentare la minoranza, anche se, per ovvie ragioni, è improbabile che vengano nominate persone che non abbiano sostenuto l’accusa. Il ruolo dei managers si esaurisce nella presentazione e nell’esposizione di fronte al Senato degli articles of impeachment, dopodiché, con la notifica formale della messa in stato d’accusa, si apre la fase del giudizio.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

L'impeachment statunitense: natura, funzioni e limiti dell'istituto

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alessio Ghirotto
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Giulia Caravale
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 98

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

impeachment
impeachment presidenziale
istituto dell'impeachment
impeachment giudici
natura giuridica dell'impeachment
impeachable offenses
funzione dell'impeachment
high crimes and misdemeanors
impeachment usa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi