Skip to content

Leggere, scrivere e raccontare le Fiabe. Un'esperienza di Gioco-Fiaba nella scuola elementare per conoscere e comprendere le emozioni.

La Fiabazione

La scrittura di fiabe in terapia o in auto-terapia assume come tecnica il nome di fiabazione. In realtà questo metodo non si esaurisce nella semplice scrittura di storie, ma può prevedere diverse fasi di riflessione e di approfondimento.

Nella forma classica il soggetto è invitato a scrivere una fiaba nel modo più spontaneo possibile, senza alcuna spiegazione psicologica, ma potrebbe anche essere utile mettere in atto una drammatizzazione.

In questo caso il paziente non deve scrivere, ma è invitato a recitare il ruolo dei personaggi fiabeschi, avendo però la possibilità di modificarne liberamente il comportamento. Entrambe le tecniche hanno lo scopo di fornire una via di espressione ai contenuti inconsci, portando alla luce problematiche che il soggetto non è in grado di riconoscere ed esprimere razionalmente.



Scrive infatti Paola Santagostino, terapeuta specializzata nel lavoro con le fiabe, che la fiabazione permette di accedere allo sconosciuto, ad un intero mondo di conoscenze e processi interni in cui quotidianamente non riusciamo ad entrare. La fiabazione come metodo stimola l’intuizione e la creatività portando benefici immediati all’autore della storia, sia in termini psicologici che organici, stimolando così l’auto-guarigione.

E’ una tecnica utilizzabile da chiunque e non ha controindicazioni, l’immaginario è difatti un campo sperimentale innocuo dove tutto è permesso e anche qualora ci si spinga al di là di limiti estremi, la realtà ne resta completamente immutata. Proprio per queste caratteristiche e per la sua relativa facilità di utilizzo, il metodo della fiabazione può rivestire importanti funzioni all’interno di un setting terapeutico:

- Conoscere e conoscersi: la fiaba permette sia al paziente che al professionista di comprendere certe dinamiche interne con notevole rapidità. La fiaba prodotta sarà un quadro completo della situazione interna del soggetto e permetterà, dapprima al terapeuta e poi al paziente, di individuare i punti deboli e le aree di forza su cui lavorare.

- Immediato effetto terapeutico: scrivere ha un effetto positivo immediato per diverse ragioni. L’atto fisico della scrittura scarica la tensione psichica; la fiaba prodotta permette di avvicinarsi al proprio mondo interiore, anche laddove la comprensione è ancora inconsapevole; la possibilità di dare una forma ed una struttura al proprio caos diminuisce tensione e paura dell’ignoto.

- Possibilità di infinite sperimentazioni: se la fiaba si trova ad un punto morto, il paziente ha una gamma infinita di possibili soluzioni e finali che può provare liberamente finché non troverà il più adatto alla sua problematica. Trattandosi di un lavoro immaginativo la realtà del paziente non subirà alcuna modificazione.

Quando ci si accinge a scrivere una fiaba, la prima cosa da tenere a mente è il rispetto della struttura del genere. Questo tipo di storia segue infatti un andamento prestabilito che prevede tre fasi distinte:
- Presentazione della situazione iniziale;
- Crisi;
- Soluzione del problema e finale.

Il fatto che ci sia uno schema da seguire è un’importante fonte di rassicurazione nel caso ci si muova all’interno di un percorso psicoterapeutico. Il paziente può essere molto intimorito e spaventato all’idea di calarsi nell’oscurità dell’inconscio e magari essere costretto a rivivere eventi traumatici e spiacevoli dell’infanzia.

Quando si inizia una terapia si è di fronte all’ignoto e tutto ciò che è sconosciuto genera paura. Se invece diamo al paziente delle indicazioni precise, gli forniamo anche dei confini e conseguentemente lo rassicuriamo sul fatto che non si perderà. La fiaba ha questa struttura specifica e nella sua semplicità fornisce un campo di lavoro adatto a qualsiasi tipo di paziente, sempre che quest’ultimo non pretenda troppo da sé stesso.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Leggere, scrivere e raccontare le Fiabe. Un'esperienza di Gioco-Fiaba nella scuola elementare per conoscere e comprendere le emozioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Martina Marchetti
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi dell'Aquila
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia applicata, clinica e della salute
  Relatore: Enrico Perilli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 252

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

immagini
colori
scuola
sperimentale
gioco
fiaba
paura
jung
emozioni
rabbia
disegno
archetipi
esperimento
infantile
nero
elementare
von franz
abilità sociali
gioco-fiaba
luscher
scrivere
leggere
fiabazione
fiaboterapia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi