Skip to content

Isola del Nord - Il mondo di Bei Dao attraverso le sue poesie

Le vicende di piazza Tian'anmen

Il maggior esponente del Movimento per la Democrazia fu il giovane operaio Wei Jingsheng (1950-). Egli chiese al governo l'istituzione della democrazia attraverso la riforma dell'industria e dell'agricoltura ma più di tutto dello stesso governo.

Il 29 marzo 1979 Wei viene accusato di crimini contro lo stato e dopo un finto processo, condannato a quindici anni di carcere.

L'anno seguente furono revocate ai cittadini le “quattro grandi libertà” inserite nella costituzione del 1978: il diritto di opinione, espressione, di tenere dibattiti e di esporre dazibao. Più di 100mila persone furono arrestate e spedite in campi di rieducazione nelle zone rurali. Anche se rischiando, gli intellettuali continuarono ad esprimere la propria opinione sfidando il governo “sempre più disilluse dal procedere delle riforme e dal rifiuto, da parte del potere, di concedere una più ampia libertà individuale e politica.”

I disaccordi emersero anche nel Partito, per esempio il segretario generale del Pcc scelto da Deng Xiaoping, Hu Yaobang, espresse la sua opposizione nei confronti delle nuove direttive eil suo sostegno agli attivisti, le sue idee lo portarono ad essere allontanato dalla sua carica. Gli studenti lo elessero loro eroe.
Con la scomparsa di Hu Yaobang il 15 aprile 1989 gli studenti si riunirono per quello che doveva essere un funerale, in piazza Tian'anmen, ma che si traformò in una serie di manifestazioni. Studenti e operai tutti i giorni di quell'aprile scendevano in piazza permanifestare il proprio malcontento, per una maggiore democrazia e per la fine della corruzione della classe politica.

Il 26 aprile 1989 gli studenti manifestanti vennero denunciati dal governo e descritti come cospiratori. Per timore di rappresaglie i dimostranti chiesero l'apertura di un dialogo con i vertici. Il 18 maggio il primo ministro Li Peng e i leader degli studenti si confrontarono in un dibattito televisivo. I giovani chiesero che il popolo venisse ascoltato e un dialogo sul futuro della Cina.
Gli studenti ignorarono l'imposizione della legge marziale che li obbligava a lasciare la piazza così alla fine di maggio gli studenti erano ancora lì. Poco dopo si sparse la voce dell'arrivo delle truppe e gli studenti votarono se ritirarsi oppure no. La maggioranza votò per la ritirata ma centinaia di studenti rimasero in piazza.

Il 4 giugno 1989 alle prime luci dell'alba le truppe militari aprirono l'offensiva contro i manifestanti a colpi d'arma da fuoco.
Le vittime furono migliaia.
Nei giorni che seguirono la stampa ufficiale criticò i responsabili del movimento definendolo controrivoluzionario.
I media pubblicarono i mandati d'arresto sia per gli studenti a capo della manifestazione sia per chi aveva espresso le proprie critiche apertamente.
Gli esponenti che rappresentavano gli studenti fuggirono come clandestini, molti all'estero altri furono arrestati e spediti nei campi di lavoro.
“il sogno di una Cina democratica divenne sempre più lontano e l'ottimismo finì con gli anni Ottanta, a Pechino, in piazza Tian'anmen.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Isola del Nord - Il mondo di Bei Dao attraverso le sue poesie

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Camilla Bernardi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia e Civiltà Orientali
  Relatore: Claudia Pozzana
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 49

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

rivoluzione culturale
piazza tiananmen
risposta
bei dao
jintian
poeti menglong
gennady aigy
mang ke
poesia cinese
poeti oscuri

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi