Skip to content

La "Spiritualità" tra cinema e arti elettroniche nel dibattito contemporaneo sull'arte

Lo stile trascendentale nelle arti elettroniche

Come abbiamo già più volte ricordato, sebbene Schrader concentri i suoi studi sull'opera di alcuni registi, egli stesso ha più volte affermato che lo “stile trascendentale” può essere applicato a qualunque opera che voglia avvicinarsi al Completamente Altro. Se provassimo, per esempio, ad applicare i criteri introdotti da Schrader anche alle arti elettroniche ci accorgeremmo che molti artisti si avvicinano, con il loro lavoro, alle fasi dello stile della trascendenza. Molte opere, infatti, si fondano su concetti astratti, elemento che come abbiamo già detto, viene considerato essenziale per la rappresentazione del “trascendente”.

L'astrazione però spesso passa attraverso una fase di realismo. O meglio, eventi quotidiani, rallentati e ripetuti all'infinito, finiscono per distaccarsi dalla dimensione concreta che li ha creati per diventare, tramite dei meccanismi di rallentamento e accelerazione, di ripetizione, feedback, o distorsioni cromatiche, forme pure, astratte: elementi simbolici di eventi reali. È possibile quindi riconoscere la fase della quotidianità, la prima che contraddistingue lo “stile trascendentale”, anche in molte opere videoartistiche. A questa prima fase segue necessariamente la fase della scissione, un evento improvviso che rompe la routine, che crea squilibrio e porta novità nel fluire identico della vita. Anche questo è un elemento che spesso riscontriamo in molte opere di video artisti. Il processo di astrazione del quotidiano passa necessariamente da una fase di scissione, di disturbo. Le immagini regolari della vita di tutti i giorni vengono alterate, modificate, anche fisicamente, tramite procedimenti di distorsione dell'immagine, e questo avviene d'improvviso, come nella scissione di cui parla Schrader. In fine c'ê la stasi. Anche questa terza fase può essere rintracciata in molte opere di arte elettronica. La stasi corrisponde a quell'attimo colto all'improvviso, al kairos catturato dal video.

Il momento privilegiato che tutti gli artisti inseguono. È evidente dunque che molti artisti seguono, anche se probabilmente in modo inconsapevole, le linee guida che Schrader individua come tipiche dello “stile trascendentale”. Prendiamo ad esempio l'opera di uno dei più grandi videoartisti dei nostri giorni: Bill Viola. Nelle sue opere è evidente questa ricerca e questa aspirazione verso qualcosa che trascende la vita terrena. Lo spettatore, quando assiste alle sue video installazioni, è chiamato al silenzio. Più che un'operazione estetica i suoi lavori sembrano preghiere, attimi di riflessione ai quali è chiamato lo spettatore.

Questi, attraverso le videoinstallazioni di Viola, viene catapultato in un mondo interiore che diventa il suo. Proiettato sui monitor percepisce il suo riflesso e si interroga sull'espressione delle proprie emozioni, si concentra sulla ricerca del sé, come avviene nella meditazione. Le sue opere si incentrano sempre sul rallentamento di azioni quotidiane, come tuffarsi dentro l'acqua, emergere da una cascata, alzarsi, muoversi, girarsi.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

La "Spiritualità" tra cinema e arti elettroniche nel dibattito contemporaneo sull'arte

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Chiara Lucà Trombetta
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: DAMS - Studi storici, critici e teorici sul cinema e gli audiovisi
  Relatore: Marco Maria Gazzano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 91

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

zen
nam june paik
astrattismo
ozu
profano
vasulka
perniola
avanguardia
adriana amodei
ida gerosa
spiritualità
vattimo
bill viola
arti elettroniche
estetica
videoarte
trascendente
gazzano
federica marangoni
sacro
etica
divino
cinema
arte

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi