Skip to content

Il ruolo della UE nel conflitto israelo-palestinese

Percezioni israeliane

Il rapporto tra Europa ed Israele è sempre stato travagliato. L’antisemitismo europeo del 1800 e del 1900 e l’Olocausto sono crimini che gli israeliani non possono certo dimenticare. Le condanne che Israele ha ricevuto dall’Europa dal 1967 in poi si aggiungono agli asti precedenti e fanno sì che l’opinione pubblica israeliana si senta sempre – in qualche modo – “attaccata” da ciò che viene sostenuto o fatto dall’UE. Sebbene Europa ed Israele siano vicini territorialmente, sono anche così lontani ideologicamente tanto che l’UE risulta essere più distante rispetto gli Stati Uniti, i quali sono più vicini al modus operandi israeliano.

Secondo alcuni scienziati politici la relativa distanza che separa Israele dai suoi “cugini” europei è dovuta all’alienazione culturale dell’Europa da Israele che dovrebbe essere attribuita al presunto militarismo israeliano, alla sua disponibilità nell’utilizzo della forza, unito al declino percepito del secolarismo e dell’egualitarismo in Israele, e all’ascesa concomitante di un estremismo religioso di matrice giudaica e di pratiche di mercato atte allo sfruttamento degli individui (Keridis 2004: 6).

Le peculiarità israeliane si contrappongono a quelle europee visto che, dopo il 1945, in Europa si è sviluppato uno spazio in cui l’utilizzo della forza è venuto meno e nel quale gli eventuali disaccordi o punti di contrasto sono stati sempre più incanalati in istituzioni atte a risolvere le controversie in modo pacifico.

Inoltre, negli ultimi anni, con l’immigrazione in Israele di ebrei d’origine orientale si è avuto un cambiamento politico che ha portato le posizioni più verso la destra israeliana. Infatti, costituendo la maggioranza, gli ebrei orientali hanno preferenze conservative ed una visione religiosa, populista e nazionalista della politica. Questo cambiamento politico ha fatto sì che la politica israeliana si sia allontanata ancor di più dalla corrente principale europea che rimane elitista, secolare e fondamentalmente anticlericale (Keridis 2004: 9).

Anche la lettura del terrorismo da parte europea ed israeliana diverge. Per l’Europa il terrorismo non è mai stato semplicemente un problema di sicurezza, anzi, il terrorismo andrebbe capito ed analizzato nel contesto politico e storico. In questo modo il terrorismo palestinese è – secondo l’ottica europea – un problema politico che richiede una soluzione politica.

Così facendo, la lotta al terrorismo da parte europea viene effettuata sia sul piano militare che politico. Gli israeliani non accettano assolutamente la posizione europea sul terrorismo, anzi, sostengono che tale posizione equivale a scusarlo ed attaccano l’Europa di essere moralmente confusa, sicura nella sua utopia post-realista. Inoltre, per gli israeliani le preoccupazioni europeeper i diritti umani sono selettive, motivate politicamente ed in questo modo ipocrite (Keridis 2004: 10).

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Il ruolo della UE nel conflitto israelo-palestinese

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Federico Bechini
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Studi Internazionali
  Relatore: Giorgio Natalicchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 93

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ancoraggio
ancoraggio condizionato
assistenza economica
commercio
condizionalita
conflitti
conflitto
eu bam rafah
eupol copps
europea
finanziamento ong
israele
israelo-palestinese
medio
oriente
palestina
pegase
pem
percezioni
pev
risoluzione
socializzazione
ue
unione

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi