Skip to content

Proprietà intellettuale e diritti umani

Proprietà intellettuale, salute pubblica e food-security

“The allocation of rights over intellectual property has significant economic, social and cultural consequences that can affect the enjoyment of human rights”.

Tra gli effetti del processo di espansione normativa dei regimi internazionali di protezione della PI e dei diritti umani e della loro conseguente sovrapposizione, vi è l’impatto che l’applicazione di alcuni diritti di proprietà ha sul diritto alla salute.
L’intrecciarsi della proprietà intellettuale con gli aspetti legati alla salute pubblica ha evidenziato la poca lungimiranza della normativa TRIPs e il grave deficit che tale Accordo presenta in quest’ambito. Considerando essenzialmente gli aspetti relativi al commercio dei diritti di proprietà intellettuale, il TRIPs Agreement non tiene in debita considerazione la molteplicità delle implicazioni sorte dal collegamento fra proprietà intellettuale e trade system. Una complessa rete di interdipendenze che coinvolge numerose questioni, dall’accessibilità alle cure, agli ostacoli alla ricerca, dai danni economici dovuti all’impatto sulla forza lavoro, sulla produttività e sulle prospettive di sviluppo umano, ai danni ambientali, fino a compromettere il diritto alla pace e i diritti delle generazioni future.

Negli ultimi anni il rapido aumento del potenziale economico e tecnologico globale ha aumentato la capacità di affrontare con successo i problemi legati alla povertà e alla salute. I progressi nelle biotecnologie e nella genomica, sostenute e agevolate dalla parallela rivoluzione nel campo dell’informazione digitale e dalla nascita del World wide web, hanno aperto una vasta gamma di opportunità per migliorare la salute umana. Tuttavia, in molti Paesi in via di sviluppo le condizioni fisiche della popolazione si sono deteriorate, soprattutto a causa dell’HIV/AIDS, della recrudescenza delle malattie infettive e degli oneri procurati dalle malattie croniche e dalle guerre. Nei Paesi avanzati non sono diminuite le emissioni nocive né la quantità di rifiuti da smaltire e la logica economica, fondata sui miti del consumo e della crescita, sembra essere l’unica bussola ad indicare la rotta. La società occidentale costituisce quasi il 20 per cento della popolazione mondiale e consuma circa l’80 per cento delle risorse del pianeta.

Dunque, data la finitezza delle risorse materiali, il mantenimento del livello di benessere acquisito dai Paesi avanzati dipende dalla rinuncia del resto del mondo ad un tenore di vita di pari livello. Questa deduzione ingenua, seppur drammatica, nella sua semplicità sottolinea la responsabilità del sistema politico-economico occidentale nell’alimentare tale crudele sproporzione.

Alla luce di tali considerazioni, i diritti dell’autore non possono costituire realtà assolute, ma devono essere fattori condizionati dall’onere di contribuire al benessere della società globale. Solamente una simile prospettiva, che riconosca la complessità delle interdipendenze generate dal link fra PI e commercio, può guidare ad un’analisi ponderata dei fattori concorrenti.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Proprietà intellettuale e diritti umani

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giulio Barbato
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Claudio Zanghì
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 253

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

libertà di espressione
diritti umani
proprietà intellettuale
copyright
intellectual property
open source
wipo
copyleft
diritto salute
human rights
diritto educazione
doha round
hiv/aids
food security
creative commons
gnu gpl
trips plus
trips agreement
accesso conoscenza
access knowledge treaty
upov
open-content
general comment n.17
regime shifting

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi