Skip to content

I nuovi disturbi del comportamento alimentare: B.E.D. - Ednos - Obesità. Diagnosi e cura

Terapia cognitivo-comportamentale


La psicoterapia cognitivo-comportamentale sembra dunque essere efficace nel DAI così come nella Bulimia Nervosa, con l’adozione di alcune modifiche estrapolate dagli schemi di trattamento per l’obesità: con maggiore frequenza rispetto alla terapia della Bulimia Nervosa, viene applicata una psicoterapia di gruppo cognitivo-comportamentale, con una durata però inferiore alle 24 settimane canoniche. Studi controllati hanno dimostrato l’efficacia a breve termine di quest’approccio sul binge-eating, con una normalizzazione del pattern alimentare, in assenza, però, di un significativo decremento ponderale e di un effetto di prevenzione delle ricadute, a volte presenti anche durante il periodo di trattamento.
Il calo ponderale, se presente, è maggiore in quei pazienti divenuti completamente astinenti dalle abbuffate durante le prime settimane di trattamento.
Rimane da determinare quale sia l’evoluzione del calo ponderale nel lungo termine e se sia necessario far seguire la terapia cognitivo-comportamentale di gruppo da un programma specifico di riduzione del peso ( Wilfley e coll., 2002; Hay e coll., 2004; Vaidya, 2006).
Secondo Marcus (1997) tuttavia, il trattamento sembra più efficace se condotto individualmente.
Nell’applicare la CBT bisogna tenere presente, inoltre, che le pazienti con DAI presentano alcune differenze significative rispetto alle pazienti con Bulimia Nervosa (Fairburn, Marcus & Wilson, 1993):
-Obiettivi diversi: la motivazione maggiore per queste pazienti è la perdita di peso e non l’eliminazione delle abbuffate, come invece si osserva nella bulimia nervosa.
-Diverso comportamento alimentare: anche se nella loro storia clinica le pazienti con DAI riportano numerosi episodi di dieta e di fluttuazioni di peso, quando si presentano al trattamento mostrano bassi livelli di restrizione alimentare e non utilizzano altre condotte compensatorie.
-Minori distorsioni cognitive: la maggior parte dei soggetti con DAI mostra preoccupazione per il proprio eccesso ponderale, pochissimi però presentano distorsioni cognitive estreme come quelle osservate nella Bulimia Nervosa.
Le differenze sopra riportate hanno determinato la necessità di modificare la terapia cognitivo-comportamentale utilizzata nella Bulimia Nervosa; quella applicata al DAI, fino ad ora, nei trial randomizzati di ricerca è stata messa a punto presso l’Università di Pittsburgh ed è basata sul modello di Fairburn, ritagliato per la terapia individuale.
La durata del trattamento è più lunga (22 sedute in 24 settimane), ma la struttura è identica a quella applicata nel trattamento della Bulimia Nervosa (Marcus, 1997).
Questo periodo di tempo più lungo sembra essere necessario per favorire la normalizzazione del comportamento alimentare dei pazienti e aumentare sensibilmente il numero di potenziali responder (Eldredge e coll., 1997).
La prima fase della terapia (8 sedute) si pone i seguenti obiettivi:
Spiegare il razionale del trattamento: il terapeuta deve sottolineare che l’obiettivo principale del trattamento è la riduzione graduale delle abbuffate, la normalizzazione del comportamento alimentare e dei pensieri disfunzionali ad esso associati.
La perdita di peso quindi dovrà essere messa in secondo piano perché l’obiettivo primario del trattamento è quello di ridurre le abbuffate.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

I nuovi disturbi del comportamento alimentare: B.E.D. - Ednos - Obesità. Diagnosi e cura

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Lucia Ciarini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Urbino
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Psicologia
  Relatore: Mario Rossi Monti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 57

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comportamento alimentare
dai
disturbi
ednos
obesità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi

//Since preload is not supported in firefox until now (according to this) browsers the only way to do it is to declare it twice in the one rel tag or two separate tags.