Skip to content

3D Story - Storia, Immagine, Tecniche del cinema tridimensionale

Una perenne novità

La storia ci insegna che, ogni qualvolta il mondo del cinema assiste alla nascita di un ciclo filmico dedicato alla tridimensionalità, questa viene costantemente accolta come un’assoluta novità. Attraverso una sorta di complice entusiasmo, il mondo cinematografico esulta, in modo apparentemente genuino, ad ogni tentativo della terza dimensione di catapultarsi fuori dallo schermo. Anche in questi anni è facile accorgersi come molti guardino alle proiezioni 3D con un occhio di assoluta originalità, attribuendo a questo presunto progresso tecnologico un carattere innovativo senza precedenti. Le stesse case cinematografiche non si sono mai risparmiate, oggi come in passato, di tappezzare le locandine delle proprie produzioni con altisonanti slogan ad esaltarne l’unicità l’irripetibilità e la perfezione.
I precedenti invece ci sono eccome; il cinema tridimensionale possiede infatti una lunga storia iniziata più di un secolo fa, in concomitanza con la nascita del cinema vero e proprio. Fin dai primissimi cortometraggi (Auguste and Louise Lumière - L’arrivée du train), possiamo trovare tracce di esperimenti tridimensionali girati sfruttando l’espediente della stereoscopia. Scoperta nel 1832 da sir Charles Wheatstone, questa tecnica rappresenta, in sostanza, la base di tutte le pratiche di ripresa/proiezione tridimensionale che si sono succedute nel corso dei decenni.
L’evoluzione di questa tecnica ha accompagnato la storia e il destino del cinema 3D, seguendone i passi dai successi ai fiaschi, influenzando il lavoro dei registi e promuovendo se stessa attraverso costanti miglioramenti nel tempo. Rimandando per ora l’approfondimento sul funzionamento del cinema stereoscopico, proviamo a suddividere cronologicamente e storicamente la vasta filmografia appartenete a questo settore. Nel classificare le varie opere nei periodi di riferimento si adottano, in questa sede, due criteri essenziali:
- Prendere in considerazione soltanto i film destinati al grande pubblico, privilegiando quelli che hanno avuto maggior impatto su di esso, tracciando le linee guida di un determinato momento storico.
- Considerare i segmenti temporali in base a criteri di tipo sociale, tecnico e di genere.
Prendendo come punto di partenza gli anni venti, con le prime proiezioni stereoscopiche, si arriva fino ai giorni nostri, passando per i due maggiori boom commerciali e produttivi del cinema tridimensionale (anni cinquanta e anni ottanta), intervallati da periodi di transizione e sperimentazione più o meno floridi.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

3D Story - Storia, Immagine, Tecniche del cinema tridimensionale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alberto Molinaroli
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Verona
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo
  Relatore: Antonio Cioffi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 162

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

3d
3ds max
cinema
coerenza
cortometraggio
dimensione
immagine
multimediale
occhiali 3d
premiere
produzione
stereoscopia
storia
tecniche
terza
tridimensionale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi