Skip to content

La pianificazione doganale nell'import-export. Case study: Noberasco S.p.A.

Valore doganale e transfer pricing

Con l’espressione transfer pricing si intende il procedimento atto a determinare il prezzo appropriato (transfer price) nelle transazioni di beni, servizi, proprietà intellettuali e quant’altro di tangibile e intangibile negli scambi intercompany ovvero tra due imprese appartenenti allo stesso gruppo societario.

Secondo le più recenti stime dell’OCSE, in seguito alla globalizzazione e alla internazionalizzazione aziendale, più del 60% del commercio mondiale è rappresentato da scambi tra impresa madre e imprese figlie controllate o collegate localizzate in diverse parti del mondo, pertanto, è facilmente intuibile come la fissazione del transfer price rappresenti un momento fondamentale per la gestione dell’equilibrio economico-finanziario della global value chain dell’impresa.

Spesso, però, questo prezzo di transazione assume i connotati patologici di uno strumento evasivo finalizzato a spostare i profitti generati nei cc.dd. “paradisi fiscali” attraverso lo scambio di beni e servizi a un prezzo artificiosamente alto e sproporzionato rispetto al prezzo di mercato praticato tra imprese tra loro indipendenti.

Diventa quindi interesse delle organizzazioni internazionali nel campo dello sviluppo economico cercare di fissare, a livello globale, dei metodi uniformi attraverso i quali debba essere determinato il prezzo di vendita dei beni e servizi coinvolti in operazioni intercompany.

Tuttavia, i criteri individuati dall’OCSE nelle Guidelines divergono nella finalità e, di conseguenza, nella sostanza, rispetto ai metodi di fissazione del valore doganale illustrati nei paragrafi precedenti. Recentemente, a tal proposito, il focus, delle organizzazioni internazionali, che è sempre stato rivolto verso la tassazione diretta del reddito, si è spostato verso l’istituto del tributo doganale in quanto strettamente collegato al transfer pricing. In questo panorama, da una parte, la Agenzia delle Entrate vuole impedire fenomeni di sopravvalutazione del valore di transazione con conseguente erosione del reddito tassabile, dall’altra, la Agenzia delle Dogane mira a evitare casi di sotto-fatturazione in grado di abbassare la base di calcolo del dazio.

Per questi motivi, si assiste alla compresenza di due sistemi di calcolo del valore di transazione internazionale diversi e apparentemente divergenti a seconda che si applichi la normativa sul valore doganale o sul transfer price.

In particolare: da una parte, la disciplina doganale, come visto, si impernia sul valore di transazione e, qualora non fosse applicabile, elenca i tassativi metodi secondari; dall’altra, la normativa fiscale lascia libero il contribuente sulla scelta della tecnica di determinazione del valore, comunque nel rispetto del c.d. “arm’s length principle” ossia un prezzo che sarebbe stato fissato tra imprese indipendenti in un mercato di libera concorrenza.

Invero, le price policy delle imprese multinazionali dovrebbero essere concepite attraverso il dialogo tra divisione commerciale e divisione doganale al fine di fissare un prezzo di vendita in grado di soddisfare i requisiti imposti dalle due diverse normative onde evitare l’insorgenza di costi di gestione del contenzioso nei confronti di una o dell’altra autorità di controllo.
Riconoscendo le implicazioni di natura economico-finanziaria e le inevitabili problematiche gestionali che questo obbligo di doppia compliance è in grado di portare sui budget e sulle strategie di prezzo delle imprese internazionalizzate, le organizzazioni internazionali, in particolare il WCO, hanno proposto una serie di linee guida che, in definitiva, permettono di utilizzare il transfer price come valore doganale. Le Linee Guida WCO sono state recepite in Italia dalla Circolare dell’Agenzia delle Dogane n. 16/D del 6 novembre 2015. [...]

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

La pianificazione doganale nell'import-export. Case study: Noberasco S.p.A.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gianluca Sigismondi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Management Marittimo e Portuale
  Relatore: Roberto Garelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 122

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

wto
dogana
pianificazione doganale
customs planning
cdu
aeo
classificazione doganale
origine preferenziale
valore in dogana
consignment stock

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi