Skip to content

Product Placement cinematografico - Il marchio come veicolo pubblicitario

Vantaggi e svantaggi del product placement cinematografico

Il product placement costituisce, a mio modesto avviso, una forma di comunicazione molto efficace ed immediata, a tutt'oggi, però, poco conosciuta ed utilizzata, se non addirittura sottovalutata, soprattutto in Italia.
Come ogni altra forma di comunicazione essa offre vantaggi e svantaggi sia per l'azienda che per il produttore del film.
Nella gestione della comunicazione l'azienda si affida ad esperti del settore cui viene affidato il compito di predisporre un piano di comunicazione che comprenda, possibilmente, tutti i canali disponibili (cellulari, internet, giornali, tv, radio).


La realizzazione di un tale progetto è spesso condizionata ed influenzata dalla libertà ed autonomia di scelta che l'azienda riconosce a tali professionisti e, soprattutto, dall'entità del budget che essa stanzia.
Secondo un rapporto dell'Eurobarometro il mezzo di comunicazione più sfruttato dalle aziende è la televisione: l'84% di italiani la utilizzano quotidianamente e ciò significa per l'azienda la possibilità di "comunicare" con un enorme numero di potenziali clienti di tutte le fasce di età.
Il product placement offre all'azienda l'indubbio vantaggio di sfruttare non solo la televisione, ma anche il cinema ed internet e di entrare con un unico investimento e con un budget di spesa anche limitato, in mercati internazionali difficilmente raggiungibili con altri mezzi di comunicazione.
Il mercato cinematografico consente all'azienda che ha investito in un contratto di product placement di internazionalizzare la sua marca e di far conoscere il prodotto in tutti quei paesi nei quali il film verrà proiettato; molti marchi sconosciuti possono così internazionalizzarsi, seguendo il percorso della pellicola nella quale sono stati "accuratamente" posizionati senza dover ricorrere a campagne pubblicitarie costose che rischiano di rimanere geograficamente circoscritte.
Sotto il profilo economico l'investimento in un product placement cinematografico o televisivo può risultare, nel lungo termine, più proficuo di altre forme di comunicazione, spot pubblicitari in primis.
Si pensi, per fare un esempio, che la scelta di un product placement cinematografico o televisivo nel quale il prodotto risulti completamente integrato alla trama del film e compaia in più scene, non lascia pressoché alcuna possibilità allo spettatore di sottrarsi al "messaggio pubblicitario", contrariamente a quando accade per lo spot pubblicitario davanti al quale lo spettatore può sempre decidere di fare zapping in altri canali, interrompendo, di fatto, la comunicazione.
Per ottimizzare l'investimento in un product placement cinematografico o televisivo è molto importante che il posizionamento del marchio venga studiato ed effettuato correttamente da esperti della comunicazione perché un errore potrebbe avere l'effetto contrario di provocare un calo nelle vendite o, addirittura, la sfiducia nel marchio stesso.
Il successo di un product placement può essere compromesso da alcuni fattori, a volte imponderabili ed imprevedibili, che costituiscono gli svantaggi di questa forma di comunicazione.
Primo fra tutti i tempi di produzione, di distribuzione e di uscita dell'opera cinematografica o televisiva.
Anche un posizionamento ottimo, perfettamente integrato con la trama del film potrebbe risultare, alla fine, svantaggioso per l'azienda a causa dei ritardi con i quali la pellicola viene distribuita o viene tradotta e diffusa in altri paesi, soprattutto nell'attuale era consumistica nella quale "la vita" di molti marchi è davvero breve.
In un progetto pubblicitario di product placement cinematografico o televisivo, la variabile temporale costituisce, pertanto, un fattore importante al pari della variabile data dall'audience e dal successo dell'opera.
Un altro svantaggio del product placement consiste nella difficoltà che spesso incontra l'azienda di controllare e monitorare il posizionamento del proprio marchio all'interno dell'opera cinematografica o televisiva in ogni sua singola fase: basta un minimo errore perché il posizionamento di una marca non venga notato o, ancor peggio, venga equivocato dallo spettatore-consumatore ed il progetto pubblicitario fallisca.
L'utilizzo di marchi in contesti adatti è condizione essenziale affinché questa forma di comunicazione sia efficace e contribuisca al raggiungimento degli scopi che l'azienda si prefigge, ovvero diffondere la notorietà del marchio, fidelizzare i consumatori e incrementare le vendite.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Product Placement cinematografico - Il marchio come veicolo pubblicitario

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alberto Pinton
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Verona
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Lettere
  Relatore: Giuseppe Pernigo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 88

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi