Skip to content

L'Esperienza Rorschach nella tossicodipendenza

Informazioni tesi

  Autore: Paolo Tordone
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in Psicoterapia Psicodinamica
Anno: 2012
Docente/Relatore: Tiziana Sola
Istituito da: Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Psicodinamica Breve (PPB-Modena)
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 81

Partendo dalla lettura e dall'approfondimento di alcuni protocolli Rorschach, si vogliono formulare alcune riflessioni sulla tossicodipendenza, intesa come un comportamento sintomatico, a prescindere dalle diverse ipotesi diagnostiche di altra natura. La vasta letteratura ha evidenziato l'impossibilità di stabilire una struttura di personalità comune (Bergeret, 1982), rilevando che le nozioni di struttura e topica possano intendersi come soluzioni momentanee, in un'estrema mobilità della vita in cui perturbazioni e deformazioni spostano continuamente gli equilibri (Olievenstein, 1983): una fuga permessa e promossa dalle fantasmagorie illusionali che ogni droga trascina con sè, di restituire un senso in un deserto di insignificanza. Il test proiettivo di Rorschach, nella nostra pratica, viene utilizzato come uno strumento che ci aiuta a comprendere alcuni aspetti del modo di essere del paziente, nel suo relazionarsi con sé e il mondo e ci offre validi punti di orientamento.
Il test viene usato non tanto per avere o supportare una diagnosi descrittiva, ma sopratutto per approfondire il mondo del paziente. L'ausilio che il test di Rorschach offre con questi soggetti è importante, dal momento che è difficile avere un colloquio con i tossicodipendenti, è difficile sentirsi raccontare qualcosa di sé che non abbia a che fare con la roba che tiene su. Spesso c'è silenzio, come se non ci fosse nulla da dire, oppure come se tutto fosse già detto: in questo senso la costruzione di uno spazio psicologico- psicoterapeutico è un obiettivo, piuttosto che il punto di partenza.
L'ipotesi psicopatologica, da cui cercherò di muovermi mette in primo piano il deficit relazionale (intrapsichico oltre che intersoggettivo). Nella prima parte (capitolo I) vengono approfonditi gli approcci psicodinamici della tossicodipendenza, dando un rilievo maggiore a quegli autori che hanno cercato di capirla in termini di funzionamenti difettosi delle prime relazioni.
Il secondo capitolo approfondisce le modalità di come una separazione o una perdita possa essere l'origine di uno sviluppo patologico. Nel terzo capitolo viene descritta la natura del Rorschach; quali sono gli aspetti fondanti di questo test, e come possono diventare degli strumenti di conoscenza. L'ultima parte (capitolo IV) esamina i protocolli somministrati, valutando i risultati in chiave macroscopica (su tutto il campione), per poi approfondirli in maniera più dettagliata.
Questo lavoro si propone di far comprendere come l'esperienza del Rorschach possa essere un veicolo per indagare gli atteggiamenti del tossicodipendente, ed in modo particolare, come il suo immaginario si inscriva in una relazione d'assenza; creatice di uno spazio di solitudine, dove le immagini restano chiuse, inglobate dall'angoscia di una madre non presente.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
    4   Introduzione "Non esiste una personalità pretossicomane... per dirla terra terra, quasi tutti apprezzano la droga. Avendo fatto l'esperienza di questo piacere l'organismo umano tende a ricercarlo all'infinito. La malattia del tossicodipendente è la roba. Bussate a una porta qualunque. Chiunque risponda, dategli quattro dosi da 30 milligrammi Della Medicina di Dio al giorno per sei mesi ed ecco che si troverà Con la cosidetta "personalità del tossicomane". William S. Burroughs (1961). La macchina morbida. Mi piacerebbe inziare questo lavoro con una frase di Catherine Chabert che scrive: "Le parole sono lì per mascherare ciò che non è rappresentabile, per sbarrare le vie di accesso a chi ascolta, perchè egli non può vedere" 1 . La possibilità di poter leggere le dinamiche che si celano dietro ogni individuo, esplorare il suo immaginario, formulare ipotesi sul suo funzionamento, cercare di capire più di quanto lui mi possa esprimere attraverso una risposta data ad una macchia d'inchiostro, diviene per me il completamento di un percorso iniziato quattro anni fà, ma che ha delineato un nuovo punto di partenza. Partendo dalla lettura e dall'approfondimento di alcuni protocolli Rorschach, si vogliono formulare alcune riflessioni sulla tossicodipendenza, intesa come un comportamento sintomatico, a prescindere dalle diverse ipotesi diagnostiche di altra natura. La vasta letteratura ha evidenziato l'impossibilità di stabilire una struttura di personalità comune (Bergeret, 1982), rilevando che le nozioni di struttura e topica possano intendersi come soluzioni momentanee, in un'estrema mobilità della vita in cui perturbazioni                                                                                                                 1   Chabert C. (1998ª). Psicopatologia e Rorshach, trad. ital., Raffaello Cortina Editore, Milano, 2003, p. 133.  

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

tossicodipendenza
rorschach
perdita
trauma separazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi