Skip to content

Progettare un sito web seguendo i principi dell’Ergonomia dell’Interaction Design. Il caso: “Restyling del sito web di Liguria Digitale”

Informazioni tesi

  Autore: Nicholas Luca Diddi
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: DIBRIS - Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi
  Corso: Digital Humanities
  Relatore: Fabrizio Bracco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 264

Questa tesi si propone di presentare le fasi di analisi, progettazione, sviluppo e lancio di un sito web, seguendo i principi dell’ergonomia dell’interaction design, considerando la user experience, lo user centered design e quindi l’usabilità come una caratteristica fondamentale della qualità di un servizio web. I criteri individuati per realizzare un modello di portale generico saranno successivamente analizzati nella sezione sperimentale della tesi seguendo il caso di restyling del sito aziendale di Liguria Digitale.

Informazioni tesi

  Autore: Nicholas Luca Diddi
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: DIBRIS - Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi
  Corso: Digital Humanities
  Relatore: Fabrizio Bracco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 264

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
88 Trust è la soddisfazione dell’utente in relazione alla sicurezza e affidabilità del prodotto. Dal combinato disposto delle definizioni di usabilità sopra citate si evince che l’usabilità non può essere considerato un semplice attributo di un’interfaccia grafica, ma una concomitanza di diversi fattori tra i quali: Comprensibilità – Capacità di memorizzazione – Efficienza – Soddisfazione soggettiva. Si può osservare che in tutte queste definizioni di usabilità la focalizzazione è sull’utente e non sul sistema. L’usabilità viene interpretata come il livello di appagamento dei bisogni di un determinato utente per un uso specifico. Il prodotto dovrebbe fornire un valore aggiunto al modo in cui l’utente svolge normalmente le varie funzioni; in caso contrario il soggetto non sarà invogliato a usarlo nuovamente. L'analisi della qualità in uso può confermare la convergenza tra le prospettive del progettista e le esigenze dell'utente. Per definire un prodotto usabile è quindi fondamentale analizzare gli utenti ed attuare un “user-centered design” quale metodo di sviluppo che si concluderà con artefatti contenenti gli attributi di usabilità sopraelencati. Allo stato attuale esistono nuovi e significativi punti di riferimento. Tra questi merita attenzione la nuova serie ISO 9241-210 del 2019 dal titolo “Ergonomics of human- system interaction Human-centred design for interactive systems”. Un aspetto fondamentale della definizione ISO di usability è che essa indica che l'usabilità non è solo un attributo del prodotto in quanto tale ma dipende da chi lo utilizza, dal fine che si vuole raggiungere e dall'ambiente nel quale viene utilizzato. L'usabilità, quindi, è la conseguenza dell'interazione tra il sistema, l'utenza e il lavoro specifico da concludere. 4.2. Le Dimensioni dell’usabilità Molte impostazioni si contrappongono nel tentativo di definire l’esatta natura di tali dimensioni. L'usabilità di un'interfaccia è un requisito multidimensionale che presenta cinque caratteristiche fondamentali 172 : 1. Learnability: l’interfaccia deve poter essere appresa in modo semplice, favorendone l’utilizzo in tempi rapidi. 2. Memorability: l’interfaccia deve poter essere ricordata facilmente, in modo tale che l'utente occasionale possa utilizzarla anche dopo periodi di non utilizzo. 172 Nielsen, J. (1993). Usability Engineering Academic Press Professional. Boston, MA.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l’utente che consulta la tesi volesse citarne alcune parti, dovrà inserire correttamente la fonte, come si cita un qualsiasi altro testo di riferimento bibliografico.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

accessibilità
usabilità
interaction design
ergonomia cognitiva
user centered design
user experience, user interface
ciclo iterativo di progettazione
analisi, progettazione, sviluppo, restyling siti
analisi mercato, seo, sem, marketing
wireframe, mockup, prototipi

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi