Skip to content

TikTok: l'ultima frontiera del social. Un nuovo codice di espressione dell'arte

Informazioni tesi

  Autore: Aurora Sartorello
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Economia e Gestione delle Arti e delle attività culturali
  Corso: Economia e Gestione delle Arti e delle attività culturali
  Relatore: Walter Quattrociocchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 160

Il seguente lavoro si ripropone di analizzare il fenomeno "TikTok", lo spazio virtuale per eccellenza degli adolescenti e, a tutti gli effetti, il social network del momento nato nel 2017 all'insegna del divertimento, dell'intrattenimento e della creatività e basato sulla produzione e condivisione di brevi video.
È innegabile che la rivoluzione digitale, la nascita del Web e dei nuovi media, tra cui i social network, abbia e stia ancora avendo effetti di cambiamento nelle società, soprattutto nel modo di relazionarci ed approcciarci. Anche il settore museale oramai non può più prescindere dall'utilizzo delle nuove tecnologie come strumenti atti ad amplificare la comunicazione e creare un rapporto bidirezionale e partecipato con i visitatori.
Alla luce di questo, dopo aver analizzato l'attuale stato della fruizione culturale in Italia, il rapporto tra musei e nuovi media e la presenza museale sui social network, verrà preso in esame TikTok per comprenderne il successo riscontrato e capirne le peculiarità distintive.
Infine, attraverso l'analisi di alcuni profili di musei presenti su questa piattaforma e di un'indagine da me effettuata in merito all'opinione dei partecipanti riguardo ai contenuti pubblicati dai musei, si cercherà di capire se TikTok possa rappresentare un valido canale di comunicazione alternativo atto soprattutto ad attrarre il target dei teenager, non coperto dagli altri social e ancora poco interessato a visitare i musei.

Informazioni tesi

  Autore: Aurora Sartorello
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Economia e Gestione delle Arti e delle attività culturali
  Corso: Economia e Gestione delle Arti e delle attività culturali
  Relatore: Walter Quattrociocchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 160

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Se qualcuno vi nominasse TikTok e non vi venisse in mente nulla tranne forse la canzone di Kesha del 2009, significa probabilmente che non siete aggiornati sulle tendenze del momento o non avete dei figli in età adolescenziale oppure ancora, più semplicemente, non appartenete a quella che comunemente viene chiamata Generazione Z, ovvero quella fetta di popolazione nata tra il 1997 ed il 2012 e che, quindi, oggi, nel 2021, è composta da bambini e da ragazzi che hanno al massimo 24 anni. Sono i primi, a tutti gli effetti, ad essere nati e cresciuti con il pieno accesso alla Rete ed alle nuove tecnologie digitali e nel momento in cui i telefoni cellulari sono stati resi accessibili al grande pubblico divenendo essenziali nella quotidianità di ognuno di noi. Con la rivoluzione che ha interessato il Web negli anni ’90 e con la nascita progressiva dei social network, gli appartenenti alla Generazione Z sono infatti stati pervasi ed esposti ad una quantità di tecnologia impensabile per le generazioni a loro precedenti: oggi ben due terzi della popolazione mondiale possiede un telefono cellulare, oltre la metà ha accesso ad Internet ed utilizza con costanza le piattaforme social. Per i ragazzi di oggi, possedere uno smartphone, su cui trascorrono gran parte della giornata, costituisce a tutti gli effetti un rito di passaggio dall’infanzia all’adolescenza. Non a sorpresa sono proprio i più giovani ad essere tra i più affezionati alle piattaforme social, sulle quali passano il loro tempo, si esprimono e sviluppano relazioni online. Tra di esse, TikTok, applicazione di creazione di video brevi verticali, rappresenta oggi proprio lo spazio virtuale per eccellenza tanto amato ed apprezzato dai teenager, un social network dall’approccio prettamente young nato nel 2016 all’insegna del divertimento, dello svago e della creatività, in risposta ai bisogni di intrattenimento e libera espressione dei suoi utenti, e tra i più popolari ed in più rapida crescita al mondo. D’altro canto, negli ultimi anni, per andare incontro all’uso sempre più frequente e costante dello smartphone da parte della popolazione mondiale, le piattaforme social sono state pensate e create in primis come applicazioni utilizzabili da dispositivi mobili. Di conseguenza, abbiamo progressivamente iniziato ad abituarci a consumare e fruire con naturalezza i contenuti attraverso l’orientamento verticale che caratterizza i telefoni cellulari e, in particolar modo i video in questo formato, sono divenuti quelli più apprezzati dal pubblico sui social

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi