Skip to content

Behavioural Finance: il comportamento dell'investitore individuale

Informazioni tesi

  Autore: Brigitte Jada Di Salvo
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Leone Leonida
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 54

Con questa tesi ho voluto sottolineare l'importanza di sfruttare approcci diversi da applicare a teorie classiche. È fondamentale studiare il punto di vista della Finanza Comportamentale in modo da integrare le sue teorie a quelle tradizionali. Nel primo capitolo si ha un'introduzione della materia, dandone una definizione generica, che aiuti a comprendere meglio le origini e lo sviluppo di questa scienza. Il secondo capitolo illustra la teoria classica dei mercati efficienti, e proprio grazie a questa teoria classica, è possibile fare un confronto con la realtà, rappresentata da un comportamento perlopiù irrazionale da parte degli agenti economici. I risparmiatori incorrono infatti in bias (errori cognitivi), che conducono a scelte non ottimali. Nel terzo capitolo si entra nel vivo degli studi della Finanza Comportamentale, e vengono spiegate ed analizzate quattro delle teorie più influenti: la "prospect theory", di Kahneman e Tversky; il "framing" (effetto incorniciamento), sempre di Kahneman e Tversky; il cosiddetto "herding behavior" (effetto gregge), di Smith e Kahneman; ed il "sentiment". Il quarto ed ultimo capitolo serve a rappresentare una applicazione reale delle teorie viste precedentemente. Si analizza nello specifico il comportamento dell'investitore individuale, cioè colui che decide di posizionare alcune sue ricchezze nel mercato azionario senza rivolgersi a gestori finanziari esperti. In genere si fa riferimento ad un individuo con poca esperienza nel settore, che quindi sarà più propenso a commettere errori ed a farsi influenzare dalle sue emozioni.

Informazioni tesi

  Autore: Brigitte Jada Di Salvo
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Leone Leonida
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 54

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione Il termine Finanza ci induce subito a pensare alle classiche teorie riguardanti i mercati, basate su solide formule matematiche e circondate da un alone di razionalità. Nella realtà, recenti studi hanno dimostrato che non ci si può limitare ad osservare l’andamento dei mercati con questa visione classica. Bisogna considerare anche il comportamento dell’investitore, che spesso risulta essere tutt’altro che razionale. Questa è stata la spinta che ha condotto sempre più numerosi economisti a relazionarsi in modo diverso, con teorie descrittive che costituiscono gli studi della Finanza Comportamentale. Ma cos’è quindi la Finanza Comportamentale? È un insieme di studi che analizzano come i comportamenti inconsci influenzano il ragionamento e, di conseguenza, le decisioni che riguardano gli investimenti finanziari. Questa scienza è stata più volte criticata e presa di mira dai classicisti. Solo negli ultimi anni ha assunto una rilevanza maggiore grazie ai prestigiosi riconoscimenti ottenuti da alcuni dei suoi esponenti, come ad esempio il premio Nobel per l’economia a Richard Thaler nel 2017. Con questa tesi ho voluto sottolineare l’importanza di sfruttare approcci diversi da applicare a teorie classiche. È fondamentale studiare il punto di vista della Finanza Comportamentale in modo da integrare le sue teorie a quelle tradizionali. Nel primo capitolo si ha un’introduzione della materia, dandone una definizione generica, che aiuti a comprendere meglio le origini e lo sviluppo di questa scienza, la sua metodologia, ed una prima base di conoscenze che aiuteranno a comprendere meglio la sua natura; inoltre si fa riferimento a due dei suoi maggiori esponenti, vincitori del premio Nobel per l’economia, che col loro contributo sono stati fondamentali nell’attribuire nel tempo maggiore credibilità e diffusione a queste teorie. Il secondo capitolo illustra la teoria classica dei mercati efficienti, e proprio grazie a questa teoria classica, è possibile fare un confronto con la realtà, rappresentata da un comportamento perlopiù irrazionale da parte degli agenti economici. Il fine è di approfondire il comportamento razionale/ irrazionale del risparmiatore e

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l’utente che consulta la tesi volesse citarne alcune parti, dovrà inserire correttamente la fonte, come si cita un qualsiasi altro testo di riferimento bibliografico.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi