Skip to content

La Finanza del Profeta. Un mercato inesplorato

Informazioni tesi

  Autore: Marco Dalla Venezia
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Finanza
  Relatore: Massimo Buongiorno
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 174

Le tensioni tra il mondo occidentale e quello islamico hanno caratterizzato il trascorrere dei secoli. Esse, spesso, sono giustificate da moventi di natura religiosa, ma tendenzialmente causate da finalità economiche, geopolitiche o militari.
Al giorno d’oggi, nei paesi occidentali, il solo nominare la parola Islam viene inesorabilmente associato ad un insieme di connotazioni negative; il credo coranico è visto come una religione portatrice di sole costrizioni che inibiscono lo sviluppo umano nelle sue interazioni economiche e sociali.
Al contrario, non va dimenticato come la millenaria cultura islamica sia stata un faro per lo sviluppo intellettuale, per la medicina, la matematica e per la stessa economia. L’abilità delle popolazioni arabe di sfruttare il commercio ha reso città come Damasco, Il Cairo e Baghdad capitali mondiali per ricchezza, sfarzo e potere come possono essere oggi Londra, New York o Parigi.
Parlare di economia e finanza islamica non può prescindere dallo studio e dalla conoscenza dei principi alla base della stessa religione: l’Islam è la legge della vita medesima, una forza che si rivela in ogni sfumatura dell’esistenza umana. Il più conosciuto divieto è relativo alla corresponsione di interessi, riba. Tuttavia, è una definizione alquanto limitata che non abbraccia la complessità e la portata di questa imposizione. Subito sorge spontanea la domanda: come si riesce a svolgere l’attività bancaria in maniera redditizia? La risposta ruota attorno al concetto di profit and loss sharing, definibile come il più rilevante precetto economico contenuto nei testi religiosi e che caratterizza l’intero impianto contrattuale islamico.
Se il principio di condivisione allontana il rischio speculativo, contestualmente comporta altre tipologie come il rischio d’impresa o, indirettamente, quello di prezzo.
Alla luce di un ampio e stringente set normativo di natura religiosa è lecito domandarsi come tutto questo possa convivere in una società “occidentale” e, soprattutto, quali sono le concrete opportunità per le economie di questi paesi legati ad una concezione classica della finanza.

Informazioni tesi

  Autore: Marco Dalla Venezia
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Finanza
  Relatore: Massimo Buongiorno
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 174

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
xiii INTRODUZIONE Le tensioni tra il mondo occidentale e quello islamico hanno caratterizzato il trascorrere dei secoli. Esse, spesso, sono giustificate da moventi di natura religiosa, ma tendenzialmente causate da finalità economiche, geopolitiche o militari. Al giorno d’oggi, nei paesi occidentali, il solo nominare la parola Islam viene inesorabilmente associato ad un insieme di connotazioni negative; il credo coranico è visto come una religione portatrice di sole costrizioni che inibiscono lo sviluppo umano nelle sue interazioni economiche e sociali. Al contrario, non va dimenticato come la millenaria cultura islamica sia stata un faro per lo sviluppo intellettuale, per la medicina, la matematica e per la stessa economia. L’abilità delle popolazioni arabe di sfruttare il commercio ha reso città come Damasco, Il Cairo e Baghdad capitali mondiali per ricchezza, sfarzo e potere come possono essere oggi Londra, New York o Parigi. A seguito della grave crisi del 2007 che ha colpito e messo in ginocchio l’intero mondo finanziario tradizionale, si è assistito ad un comune sentimento di scetticismo e sospetto verso il mondo bancario e della finanza. Questa diffidenza si è tradotta in una crescente ricerca e richiesta di strumenti differenti che possano costituire una valida alternativa alla finanza classica. Il comune agire di questi fattori ha portato la Finanza Islamica da essere fenomeno di nicchia, destinato a pochi mercati domestici, a vera innovazione finanziaria globale suscettibile di stimolanti applicazioni e sviluppi. Questo elaborato vede la luce proprio con l’intento di portare un minimo di chiarezza su un tema che, purtroppo, troppo spesso viene letto con lenti offuscate da pregiudizi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

islam
maometto
riba
finanza islamica
banca islamica
takaful
shari'ah
sukuk
musharakah
bond islamico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi