Skip to content

Leve di differenziazione competitiva in un settore ad elevata specializzazione produttiva: analisi di un caso aziendale nel Distretto del Coltello di Maniago.

Informazioni tesi

  Autore: Carla De Francesco
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Cassino
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Marcello Sansone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 102

Il presente lavoro di tesi si concentra sull’analisi della competitività dell’impresa e sulle strategie competitive di base, così come ipotizzate da Michael Porter, successivamente soffermandosi sul concetto di differenziazione, sull’utilizzo delle sue leve e di come la differenziazione possa essere perseguita e raggiunta attraverso l’azione combinata delle variabili del marketing mix nel corso della “implementation”; in altri termini, durante la realizzazione operativa degli obiettivi definiti nella fase di “planning”.
L’attrattività complessiva del mercato in cui l’azienda si trova ad operare, unitamente alla forza del suo posizionamento competitivo rispetto a quello dei propri concorrenti diretti, rappresentano i fattori capaci di determinare la sua performance di profitto.
Dopo aver assodato questo percorso, il lavoro di tesi prosegue con l’analisi del portafoglio prodotti dell’impresa mettendolo in relazione con gli indicatori di attrattività e competitività, anche suggerendo strategie di marketing che consentano di ottenere un mix di prodotti equilibrato e tale da garantire performance redditizie e crescita anche a lungo termine.
La parte teorica di questo elaborato si chiude con l’analisi delle possibili strategie competitive di crescita e di sviluppo perseguibili da una moderna impresa che opera in un mercato globalizzato, materialmente poi approcciando, nella sua terza parte, al caso di una azienda, di piccole dimensioni, storicamente operante nell’area Distretto del Coltello di Maniago.
L’approfondita analisi del portafoglio prodotti di questa impresa, peraltro risultato di una recente rivisitazione e di un conseguente e nuovo riposizionamento strategico, forniranno infine un tangibile esempio di gestione delle leve competitive in un settore fortemente condizionato dalla concorrenza orientale ma che ha ancora la possibilità di approcciare ad un proprio sviluppo, pieno o residuale, qualora vengano coerentemente gestite le leve della differenziazione.

Informazioni tesi

  Autore: Carla De Francesco
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Cassino
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Marcello Sansone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 102

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Ogni singola impresa ha come proprio e naturale obiettivo strategico, lo studio e l’identificazione di quei segmenti, ovvero di quelle nicchie di mercato, in grado di generare una crescita che passi attraverso il possibile sviluppo di idee collegabili alla realizzazione di prodotti nuovi e coerenti ai bisogni (costantemente in evoluzione) dei propri consumatori. Un approccio che comporta necessariamente la scomposizione del mercato totale in una serie di sottoinsiemi di clienti resi omogenei in termini di bisogni, comportamenti o motivazioni d’acquisto. L’impresa, sulla base di tale scomposizione, è tenuta a valutare il livello di attrattività di ogni singolo segmento e quindi ad analizzare il peso della propria competitività prima di decidere quale ambito adottare come principale obiettivo strategico e quale posizionamento invece assumere all’interno dei segmenti scelti. Pertanto, prima di pensare di elaborare una mirata strategia di sviluppo, risulta senz’altro determinante fissare la natura di un proprio vantaggio competitivo difendibile che poi servirà da solido punto di partenza per tutte le successive attività strategiche e tattiche di ciascuna singola azienda. Il presente lavoro di tesi si concentra sull’analisi della competitività dell’impresa e sulle strategie competitive di base, così come ipotizzate da Michael Porter, successivamente soffermandosi sul concetto di differenziazione, sull’utilizzo delle sue leve e di come la differenziazione possa essere perseguita e raggiunta attraverso l’azione combinata delle variabili del marketing mix nel corso della “implementation”; in altri termini, durante la realizzazione operativa degli obiettivi definiti nella fase di “planning”. L’attrattività complessiva del mercato in cui l’azienda si trova ad operare, unitamente alla forza del suo posizionamento competitivo rispetto a quello dei propri concorrenti diretti, rappresentano i fattori capaci di determinare la sua performance di profitto. Dopo aver assodato questo percorso, il lavoro di tesi prosegue con l’analisi del portafoglio prodotti dell’impresa mettendolo in relazione con gli indicatori di attrattività e competitività, anche suggerendo strategie di marketing che consentano di ottenere un mix di prodotti equilibrato e tale da garantire performance redditizie e crescita anche a lungo termine.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l’utente che consulta la tesi volesse citarne alcune parti, dovrà inserire correttamente la fonte, come si cita un qualsiasi altro testo di riferimento bibliografico.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi