Skip to content

La dimensione militare dell'Unione Europea. Sviluppi politici, strumenti, attività operativa

Estratto della Tesi di Simone Venturini

Mostra/Nascondi contenuto.
Il 25 marzo 1957 Francia, Germania occidentale, Italia e paesi del Benelux firmarono a Roma il Trattato che istituiva la Comunità Economica Europea (CEE) e il Trattato Euratom. Seguendo l’idea funzionalista 22 , i Paesi europei decisero di cedere ad un’organizzazione sovranazionale parte della propria sovranità. L’ambito però era solo economico. Pur volendo considerare l’economia parte della strategia globale 23 , non si può certo affermare che i Paesi della CEE avessero trovato una convergenza politica forte, paragonabile a quella che si cercava nella Conferenza di Parigi. Ma la CEE segnava il primo, fondamentale passo verso l’integrazione europea. Sebbene (come si vedrà nel seguito), l’unione economica non comporti necessariamente coesione politica 24 , è certo che l’attuale struttura dell’Unione Europea (che comprende anche la collaborazione politica in settori importanti come la difesa) si è plasmata attorno alle strutture codificate dal Trattato del 1957. Da questo momento sino alla caduta del muro di Berlino 25 , numerosi furono gli avvenimenti degni di nota, le tensioni internazionali e i momenti di distensione, gli attriti e le convergenze. Un’analisi completa 26 dimostrerebbe perché in questo periodo non si è sviluppata una cooperazione militare e politica europea autonoma ed indipendente dagli Stati Uniti. La difesa dal pericolo Sovietico è stata ricercata nell’unica organizzazione che potesse dare sicurezza agli Stati europei: la NATO 27 . E gli Stati Uniti hanno considerato la difesa del continente come parte fondamentale dell’interesse nazionale 28 . Nel seguito del capitolo faremo riferimento ai progressi della CEE, al fine di comprenderne lo sviluppo. Ma quel che preme qui sottolineare è che dalla fine della seconda guerra mondiale fino all’implosione dell’Unione Sovietica, ovvero per un periodo di circa quarant’anni, la dimensione politica europea è stata sempre condizionata dall’alleato americano. Le scelte politiche sono state inevitabilmente condizionate dalla polarizzazione del sistema 22 Il funzionalismo è una corrente di pensiero che riguarda diversi campi. In campo politico europeo i funzionalisti intendevano integrare in diversi momenti le varie politiche degli Stati, fino a giungere, eventualmente, all’integrazione totale. L’integrazione progressiva è l’elemento che distingue l’idea funzionalista da quella federalista, che invece intende integrare gli Stati sotto un’unica autorità centrale con un’azione politica immediata. Vedi infra, pp. 90-91. 23 Cfr. Pier Paolo Ramoino. Fondamenti di Strategia Navale, p. 35. 24 Era questa l'ipotesi sostenuta da alcuni funzionalisti, secondo la teoria dello spillover, p. 86. 25 L’immagine dell’abbattimento del muro di Berlino, avvenuto il 9 novembre 1989, è considerata il simbolo della fine della guerra fredda, sebbene il Patto di Varsavia fu sciolto solo nel 1991. 26 A tal proposito cfr. l'intera trattazione di Clementi, op. cit. e Di Nolfo, op. cit. 27 Fa in parte eccezione la Francia, che nel 1966, sotto la presidenza De Gaulle, si ritirò dall’organizzazione militare integrata ed espulse le basi statunitensi dal territorio nazionale. Non abbandonò, comunque, l’Alleanza Atlantica. In merito cfr. Marco Clementi. La Nato,. Marco Clementi, op. cit. e Di Nolfo, op. cit., 28 Seppur non sempre in maniera chiara. Si prenda ad esempio il caso dei missili Polaris. Cfr. Di Nolfo, op. cit, p. 286, p. 289. 14
Estratto dalla tesi: La dimensione militare dell'Unione Europea. Sviluppi politici, strumenti, attività operativa

Estratto dalla tesi:

La dimensione militare dell'Unione Europea. Sviluppi politici, strumenti, attività operativa

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Simone Venturini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze Marittime e Navali
  Corso: Scienze della Difesa e della Sicurezza
  Relatore: Umberto Gori
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 210

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

berlin plus
comunità europea
darfur
difesa
eufor
eurofighter
eurofor
euromarfor
europa
fremm
industria europea
lisbona
maastricht
militare
missioni
nato
occar
pesc
pesd
politica
sicurezza
solana
u212
unione europea

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi