Skip to content

Genealogia dello spazio globale. Ricami del mondo, richiami della terra.

Estratto della Tesi di Camilla Narboni

Mostra/Nascondi contenuto.
12 della Terra, in base alla regola dell‟equivalenza generale tra le varie località. Egli è stato l‟inventore di quello che si chiama il reticolo geografico, di quel sistema con il quale abbiamo fin qui addomesticato il globo e l‟abbiamo tradotto in spazio, e che ancora oggi conserva la forma e le regole originarie. Proprio per questo Tolomeo è il primo e principale tra i geografi moderni, sebbene il mondo da lui conosciuto e cartografato si limitasse alle terre intorno al Mediterraneo. Le sue mappe, pur nella loro imprecisione, hanno saputo rendere visivamente la curvatura della sfera terrestre, insegnando ai posteri le proiezioni. Termine alchemico, la proiezione era quella polvere che poteva trasformare il semplice metallo in oro, nella sostanza più preziosa. La proiezione, cioè, era l‟agente di una grande trasformazione, della più grande che si potesse mai concepire, che per i moderni era appunto quella della mutazione del globo in una mappa. La vicenda della Geografia di Tolomeo segue la storia del crollo dell‟impero romano: perdute per secoli agli europei, riscoperte dagli arabi di Bisanzio e tradotte poi in latino a Firenze, nei primi anni del 1400. Dopo la ricomparsa in Occidente, la Modernità si è scatenata, e con essa la trasformazione geometrica del mondo 5 . Cristoforo Colombo basava il suo progetto di una rotta marina per l‟oriente proprio su queste mappe, sebbene in queste non vi fosse raffigurato nessun continente occidentale. Grazie alle dimensioni ridotte del disegno del mondo eseguito dall‟autorevolissimo Tolomeo, Colombo poteva pensare di compiere la rotta all‟inverso: infatti la regola dello spazio che applica il reticolo geografico sull‟Ecumene è che qualsiasi parte è perfettamente equivalente a qualsiasi altra 6 . Per questo egli scopre un nuovo mondo 7 : cerca di dimostrare che la Terra funziona secondo il modello tolemaico, non che il modello si adegua alla Terra. Con Colombo la rappresentazione geografica prende il 5 Parallelamente all‟introduzione del metodo tolemaico, si perfeziona in arte la prospettiva moderna lineare. Entrambe le cose, proiezione e prospettiva, presuppongono un soggetto fisso e immobile, riducendo la conoscenza alla visione di ciò che rientra nel campo ottico. A Firenze, nel Quattrocento, si cominciano a vedere le cose come le cose non sono, in funzione della distanza metrica degli oggetti rispetto al soggetto: si comincia cioè a guardare il mondo dal punto di vista spaziale. 6 Prima del contributo tolemaico esistevano solamente isolari, e nessun atlante: libri composti da carte e descrizioni in cui tutto il globo, a partire dal Mediterraneo, veniva scomposto in isole e non in continenti. Se nell‟atlante il globo viene trasformato in spazio, nell‟isolario è ancora assente questa metamorfosi, e le terre emerse sono ancora considerate come luoghi, parti della superficie terrestre che non equivalgono a nessun‟altra, che non possono essere scambiate tra loro senza provocare un cambiamento dell‟equilibrio del mondo intero. 7 Per un‟analisi strutturata della portata metafisica scaturita dalla svolta occidentale di Colombo cfr. II capitolo.
Estratto dalla tesi: Genealogia dello spazio globale. Ricami del mondo, richiami della terra.

Estratto dalla tesi:

Genealogia dello spazio globale. Ricami del mondo, richiami della terra.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Camilla Narboni
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia teoretica, morale, politica ed estetica
  Relatore: Luisa Bonesio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 174

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

america
cartografia
crystal palace
decrescita
ecovillaggio
farinelli
filosofia
geofilosofia
geografia
globalizzazione
heidegger
immagine
junger
luoghi
mobilitazione totale
modernità
mogliazze
oceano
ribelle
schmitt
sloterdijk
spazio
tecnica
terra

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi