Skip to content

Strutture ecclesiastiche dell'Ovadese medioevale

Estratto della Tesi di Mirko Repetto

Mostra/Nascondi contenuto.
discendenza aleramica, dall'altro gli imperatori sassoni bilanciano questo decentramento conferendo una autorità civile ai vescovi delle due diocesi che a noi interessano 80 . Di qui scaturisce tutto un gioco di concessioni incrociate, intese da una parte e dall'altra ad erodere le zone di competenza e a creare teste di ponte in territorio avverso. In 80 Ecco il diploma di Ottone II del 973 per Tortona. "In nome della Santa ed Individua Trinità io Ottone per grazia di Dio Imperatore Augusto e dei Sassoni. Conviene all'imperiale Eccellenza aver cura delle sante Chiese di Dio e vigilare sulle loro rendite e difenderle dalle oppressioni dei malvagi con l'elmo della difesa affinchè possano godere dei beni temporali e dei premi della futura beatitudine. E poichè abbiamo udito, clero e popolo febbrilmente acclamandolo, che la Chiesa di Tortona fu lacerata e mutilata dalla rabbiosa spogliazione di uomini malvagi, vogliamo che sia noto a tutti i fedeli sia presenti che futuri qualmente per l'intercessione ed interessamento di Teofania nostra diletta coniuge e consorte dell'impero decretiamo per amor di Dio e per mercede delle anime nostre, che abbiamo decretato di ristabilirla nella primiera integrità. Quindi poiché per lungo tempo fu privata del proprio rettore ed era agitata da tanti travagli, alla medesima cattedra clero e popolo con voce concorde chiedendolo ad alta voce proponiamo Gereberto nostro diletto cancelliere perchè possiede la vigoria del rettore e l'ordine e la nostra protezione. Per tanto alla predetta Santa Chiesa Tortonese tutte le cose e proprietà possedute per legittima donazione od acquisto con la presente nostra scrittura confermiamo e consolidiamo in modo che le tenga anche per il futuro senza alcun ostacolo. Inoltre la districtio sopra la stessa città tanto dentro quanto fuori e per il circuito di tre miglia cioè fino al Castello che è detto Nuovo con la districtio dentro e fuori per un miglio e la districtio sul castello di Voghera e di Garbagna tanto dentro che fuori per il circuito di un miglio alla suddetta chiesa concediamo e confermiamo e convalidiamo in modo che glì abitatori di questi castelli non siano soggetti a nessun marchese o conte. L'abbazia di Vendersi, la corte chiamata Cairo e qualche altra corte, mercati, edifici, teloneo con le famiglie di ambo i sessi, prati, selve, stalarie, diritti dì caccia e pesca Inoltre qualunque cosa è posseduta sui monti ed anche per concessioni di re e d'imperatori in qualunque modo la possiede e tutte quelle cose che i reverendi vescovi Beato, Andrea, e Zenone furono investiti con il seguente decreto alla predetta Chiesa costituiamo e confermiamo. Se qualcuno per diabolico istinto contravverrà a questo nostro ordine pagherà la multa di cento libbre di ottimo oro da passare metà a noi e metà alla stessa Chiesa”, Rif. C.GOGGI, Per la storia della Diocesi di Tortona – Raccolta di notizie storiche, Vol. I, Tortona, 1963, pp. 160-161 e note in calce. Per Acqui Terme: “...In virtù del diploma imperiale del 17 aprile 978 il vescovo di Acqui, Benedetto, è stato investito feudalmente della città di Acqui e del suo distretto per un circuito di tre miglia; e ciò significa sottrazione della città alla giurisdizione marchionale...”, Rif. B.BOSIO, I motivi per cui gli Aleramici scelsero il castello di Visone per fondare l'abbazia di San Quintino in Spigno: 4 maggio 991”, Atti del Convegno Internazionale “San quintino di Spigno, Acqui Terme e Ovada: un millenario – Fondazioni Religiose e assetto demo- territoriale dell'Alto Monferrato nei secoli X-XIII”, a cura di Alessandro Laguzzi e Paola Toniolo, Alessandria, n.30, 1995. 56
Estratto dalla tesi: Strutture ecclesiastiche dell'Ovadese medioevale

Estratto dalla tesi:

Strutture ecclesiastiche dell'Ovadese medioevale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Mirko Repetto
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia
  Relatore: Valeria Polonio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 137

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

pieve
medioevale
ecclesiastico
strutture
parrocchia
ovadese

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi