Skip to content

Le partecipazioni delle banche e nelle banche. Evoluzione del rapporto banca-industria

Estratto della Tesi di Rosanna Arleo

Mostra/Nascondi contenuto.
12 l’attività di credito industriale o commerciale, a secondo del momento, e, non da ultimo, la capacità di sostenere il processo di investimento nelle imprese finisce per costituire un fattore determinante per l’espansione del settore imprenditoriale, in genere, ed industriale, in particolare. Come per la Germania 13 , anche lo sviluppo industriale italiano, per quanto geograficamente limitato e di natura embrionale, a partire dalla fine dell’800 è in larga parte reso possibile dalla presenza di banche estere – francesi prima, tedesche poi – dotate di capacità finanziarie assenti all’interno del nostro Paese e disposte a esportare le loro modalità di erogazione di finanziamenti. Come è stato autorevolmente osservato “la banca mista nasceva, in Italia, da una scarsezza cronica di capitale di rischio rispetto alla necessità di sviluppo dell’apparato produttivo, in ispecie industriale. Una scarsezza che risaliva almeno alla fine dell’800 e aveva determinato a più riprese crisi e crisette delle banche stesse e del mercato in cui operavano” 14 . Alla banca mista va, dunque, riconosciuta una funzione di guida in tutta la prima parte dello sviluppo industriale italiano, fino all’età giolittiana. D’altro canto, la concentrazione degli investimenti in limitati settori economici, l’oggettivo rischio derivante dalla partecipazione delle banche al capitale di rischio di imponenti complessi industriali nonché le interrelazioni stabilitesi tra gli organi di vertice del mondo bancario ed industriale 13 Il ruolo delle banche miste è stato centrale nel determinare la rapidità dello sviluppo dell’economia tedesca a partire dal 1870. La seconda rivoluzione industriale crea la necessità di sviluppare grandi infrastrutture accentrate per lo sfruttamento delle nuove tecniche di produzione e di trasporto in quei settori che beneficiano delle enormi e rapide innovazioni tecnologiche, come la chimica, le ferrovie, l’acciaio e, poco più tardi, l’elettricità. La costruzione di tali infrastrutture richiede la disponibilità di notevoli quantità di capitale esterno, che – senza l’intervento delle banche miste – sarebbe stato altrimenti impossibile mobilitare. E’ opinione comune, quindi, che il sistema della banca mista, riducendo i costi dei finanziamenti esterni all’industria, abbia contribuito al rapido sviluppo dell’industrializzazione tedesca. Cfr. C.W. CALOMIRIS, Corporate-Finance Benefits from Universal Banking: Germany and the United States 1870-1914, National Bureau of Economic Research, Working Paper n. 4408, 1993, pp. 6 e 13. 14 G. MALAGODI, Il “salvataggio” della Banca Commerciale nel ricordo di un testimone, in G. TONIOLO (a cura di), Industria e banca nella grande crisi, Milano, 1978, p. 271.
Estratto dalla tesi: Le partecipazioni delle banche e nelle banche. Evoluzione del rapporto banca-industria

Estratto dalla tesi:

Le partecipazioni delle banche e nelle banche. Evoluzione del rapporto banca-industria

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Rosanna Arleo
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Diritto ed Economia - sezione diritto della banca e del mercato finanziario
Anno: 2013
Docente/Relatore: Vittorio Santoro
Istituito da: Università degli Studi di Siena
Dipartimento: Diritto dell'Economia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 191

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

partecipazioni banche
banca-industria
separatezza
acquisizioni bancarie
partecipazioni bancarie
discrezionalità banca d'italia
sana e prudente gestione
acquisizioni banche
partecipazioni a valle
separatezza banca industria

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi