Skip to content

Per una rilettura dell'Oedipus di Seneca

Estratto della Tesi di Jennifer Bertasini

Estratto dalla tesi: Per una rilettura dell'Oedipus di Seneca
Tebe da Bacco
80
 in tempi arcaici, mentre in Sofocle essi sono Vecchi Tebani.
Seneca omette anche i riferimenti effettuati da Giocasta alla naturalità di sogni incestuosi o il 
suo attacco nei confronti di oracoli e vaticini, tralasciando al contempo le accuse a lei rivolte da 
Edipo in merito alla possibilità che si vergogni delle – potenzialmente – umili origini del marito; 
inoltre nell'Oedipus l'accoglienza del messo viene attribuita a Edipo, mentre in Sofocle alla regina.
A ciò si aggiunge il fatto che Creonte non venga a sapere delle accuse a lui rivolte dal 
cognato tramite terzi, come nell'originale greco, ma sia Edipo stesso ad aggredirlo verbalmente di 
persona. In Seneca, non vi è inoltre traccia della ragione che spinse Edipo a interrogare per la prima 
volta l'oracolo di Delfi, dopo essere stato appellato quale bastardo di suo padre da un ubriaco.
L'Edipo latino, poi, si conclude con l'auto-esilio del sovrano, mentre in Sofocle assistiamo 
alla piena decadenza del re, costretto a umiliarsi, accecato e dilaniato dalla sofferenza, innanzi a 
Creonte, subentrato al potere; in Seneca mancano, pertanto, sia l'incontro tra Edipo e le figlie, sia le 
richieste di badare alla sua prole contaminata e di lasciarlo andare in esilio rivolte dal parricida a 
Creonte – il quale, però, attende un nuovo responso divino prima di accordargli l'allontanamento –.
Ulteriori innovazioni senecane consistono nell'inserzione di scene disturbanti e oscure, quali 
il dettagliato sacrificio di una toro e una giovenca – colmo di riferimenti a incesto, duplicità, 
mostruosità e cecità – o l'intera scena dell'evocazione e del discorso di Laio. 
Seneca, infine, lascia slittare alcune sezioni del dramma anticipandole o posticipandole 
rispetto al modello greco: un esempio tra tutti si riscontra nella narrazione della morte di Laio. Se in 
Sofocle la descrizione avviene nei giro di pochi versi successivi, in Seneca assistiamo alla sua 
divisione in due momenti separati dall'arrivo di Tiresia e dalla narrazione del primo, aberrante atto 
sacrificale.
-Analogie e discrepanze tra i personaggi delineati nell'Oedipus e nell'Edipo re.
Confrontando i personaggi presenti nell'Oedipus con quelli dell'Edipo re sofocleo notiamo, 
innanzitutto, la totale omissione nell'opera latina della figura del sacerdote di Zeus – a cui il sovrano 
si rivolge in apertura del dramma – e di quelle dei figli di Edipo – mai esplicitamente menzionati –. 
In Sofocle, invece, Antigone e Ismene, pur senza profferir battuta, trovano spazio nella conclusione 
di tragedia; eppure, in Seneca notiamo l'inserzione di una nuova figura femminile, Manto, che 
costituendo al contempo gli occhi e l'appoggio del padre cieco, Tiresia, si rivela un parziale 
parallelo dell'Antigone dell'Edipo a Colono o delle Phoenissae, destinata ad accompagnare il padre, 
esule e privo di vista, lungo i dissestati sentieri della Grecia.
Due personaggi presenti in entrambe le versioni del dramma, essenziali per la scoperta, da 
parte del re di Tebe, della propria reale identità, ricevono un appellativo ben definito solamente in 
Seneca: colui che nell'Edipo re era indicato come Primo Nunzio ora viene denominato Vecchio 
Corinzio, mentre l'anziano Servo di Laio sofocleo ottiene persino un nome proprio: Forbante.
Nell'Oedipus manca inoltre la presenza del Corifeo in qualità di attore interagente 
singolarmente sulla scena; analogamente, la funzione del Coro muta radicalmente, essendo relegata 
a un ruolo marginale rispetto al canonico svolgimento della trama
81
; destinato dunque a ripercorrere, 
in un contesto avulso da quello in cui agiscono gli altri personaggi, mitici eventi del passato – della 
genia Cadmea, in primo luogo – o a effettuare incisive riflessioni in merito al destino di Edipo, il 
Coro espone, per ben due volte
82
, le tematiche della mancata colpevolezza di Edipo e 
80 Si legga ad esempio il commento di Viansino al verso 114 dell'Oedipus: che Bacco giunto a Tebe avesse raccolto 
soldati per le spedizioni a Est, è novità di Seneca. E il Coro è formato da discendenti di quei soldati (Viansino, 
2007).
81 Giardina, 1987, pag. 16.
82 Verso 709 e seguenti; verso 980 e seguenti.
12

Estratto dalla tesi:

Per una rilettura dell'Oedipus di Seneca

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Jennifer Bertasini
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filologia e Storia dell'Antichità
  Relatore: Rossana Mugellesi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 273

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

pasolini
seneca
cocteau
sofocle
analisi lessicale
edipo re
commento continuo
oedipus, edipo
teatro antico, tragedia
letteratura classica, mitologia, mito

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi