Skip to content

Vessel Protection Detachments e contractors nella lotta alla pirateria marittima

Estratto della Tesi di Lorenzo Giuseppe Gugliotta

Mostra/Nascondi contenuto.
(i) on the high seas, against another ship or aircraft, or against persons or property on board such a ship or aircraft; (ii) against a ship, aircraft, persons or property in a place outside the jurisdiction of any State; (b) any act of voluntary participation in the operation of a ship or of an aircraft with knowledge of facts making it a pirate ship or aircraft; (c) any act of inciting or of intentionally facilitating an act described in subparagraph (a) or (b). Questa definizione riprende fedelmente quella contenuta nell'art. 15 della Convenzione di Ginevra sull'Alto mare (1958) 6 e costituisce la base della nozione di pirateria marittima come accolta dal diritto internazionale consuetudinario. In effetti, è generalmente riconosciuto che, almeno in tema di pirateria, i due trattati codifichino norme consuetudinarie, 7 il che ha un non trascurabile effetto: data l'identità delle nozioni pattizia e consuetudinaria di pirateria, gli Stati che non hanno ancora ratificato la Convenzione di Ginevra o la UNCLOS 8 sono tenuti a rispettare una normativa nella sostanza identica a quella vincolante per gli Stati parte di uno dei due trattati, in virtù del fatto che le norme consuetudinarie vincolano tutti gli Stati della comunità internazionale. È ora opportuno analizzare in dettaglio l'art. 101 UNCLOS, che contiene una nozione di pirateria costruita su vari criteri. Si parla di pirateria per ogni atto aeromobili. Per il nostro scopo, si parlerà qui solamente di imbarcazioni. 6 La normativa sulla pirateria contenuta nella UNCLOS (artt. 100-107) presenta un linguaggio pressoché identico a quello degli artt. 14-21 della Convenzione di Ginevra sull'alto mare; piccole differenze si trovano tra l'art. 21 e l'art. 107. 7 Cfr. sul punto K. E. Boon, A. Huq, D. C. Lovelace Jr. (a cura di), Terrorism. Commentary on security documents, vol. 125. Piracy and international maritime security – Developments through 2011, New York, Oxford University Press, 2012, p. 565-571, che al riguardo cita la sent. Flores della Corte d'Appello degli Stati Uniti: “[...] a treaty will only consitute sufficient proof of a norm of customary international law if an overwhelming majority of States have ratified the treaty, and those States uniformly and consistently act in accordance with its principles”. Per la Corte, il fatto che le normative contenute nelle due convenzioni sono in effetti identiche e che moltissimi Stati abbiano ratificato la UNCLOS applicandola costantemente, indica che la definizione ex art. 101 UNCLOS è dichiarativa del diritto consuetudinario. Inoltre, nel preambolo della Convenzione di Ginevra si afferma che la conferenza sul diritto del mare ha “adopted the following provisions as generally declaratory of established principles of international law”. 8 Attualmente 166 Stati sono parti della UNCLOS (fonte: treaties.un.org). 12
Estratto dalla tesi: Vessel Protection Detachments e contractors nella lotta alla pirateria marittima

Estratto dalla tesi:

Vessel Protection Detachments e contractors nella lotta alla pirateria marittima

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Lorenzo Giuseppe Gugliotta
  Tipo: Diploma di Laurea
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Alessandra Pietrobon
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 133

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

pirateria
lotta
protection
contractor
marittima
vessel
detachment

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi