Skip to content

Gli Imperatori e i Goti dalla Battaglia di Adrianopoli al Sacco di Roma

Estratto della Tesi di Fabio Gambuli

Mostra/Nascondi contenuto.
sarebbe il quinto re dei Goti sul continente. L’autore quindi anticiperebbe solo la data dell’impresa di Berig, che avverrebbe perciò intorno al I sec. d.C. e non nel XV a.C. 30 , ma si atterrebbe a notizie più certe per quel che riguarda gli eventi successivi 31 . É dunque ipotizzabile che durante la seconda metà del II secolo sotto il regno di Filimero i Goti si siano spostati, o abbiano iniziato spostarsi, dal Baltico in direzione delle coste del Mar Nero. La motivazione fornitaci da Jordanes, ovvero la ricerca di terreni più fertili, può essere si realistica ma non tiene conto della situazione europea del periodo 32 . Vi furono infatti in quel periodo importanti migrazioni che sfociarono nelle cosiddette Guerre Marcomanniche. Queste guerre, combattute dall’Imperatore Marco Aurelio nel corso decennio successivo al 170, sono da ritenere collegate al popolo Goto che, comunque, non ne rimase mai direttamente coinvolto. Esso infatti si ritrovava ancora troppo distante dalla frontiera, rimanendo quindi slegato da ogni tipo di partecipazione diretta. Nel corso di questo conflitto l’Impero fu attaccato in diverse occasioni sia da tribù sarmate che da popolazioni suebe - ovvero i Quadi, i Marcomanni e i Naristi guidati dal re marcomanno Balloman - allora stanziate nei pressi del medio Danubio 33 . L’Historia Augusta ci riporta che il conflitto fu causato dalla pressione esercitata dai barbari del nord. Tale pressione portò le popolazioni che vivevano a ridosso del confine a minacciare direttamente i territori di Roma. Le popolazioni suebe chiedevano infatti di essere accolte pacificamente all’interno dei confini romani, nel 30 Il popolo Goto era illetterato almeno fino al IV secolo quindi la memoria storica era portata avanti attraverso racconti orali che, naturalmente, tendono per diversi motivi ad allungare le distanze storiche. 31 Cfr. P.J.HEATHER(1996), pp. 24-25; secondo Tomasz Skorupka a dispetto di molte controverse ipotesi riguardanti la locazione di Scandia (per esempio, l'isola di Gotlandia e le province di Västergötland e Östergötland), il fatto che i Goti siano giunti in terra polacca dal nord dopo aver attraversato il mar Baltico a bordo di alcune barche è reso certo dalle evidenti prove archeologiche, vedi TOMASZ SKORUPKA, Jewellery of the Goths, traduzione a cura di Rafal Witkowski, Poznan Archaeological Museum, Poznan 1997. Per quanto riguarda le controversie su Scandia vedi ancora P.J.HEATHER(1996) pp. 29-30. 32 Anche perché Jordanes colloca l’evento più di un millennio addietro. 33 D.C. LXXII,3,1a; LXXII,11,2 10
Estratto dalla tesi: Gli Imperatori e i Goti dalla Battaglia di Adrianopoli al Sacco di Roma

Estratto dalla tesi:

Gli Imperatori e i Goti dalla Battaglia di Adrianopoli al Sacco di Roma

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Gambuli
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze Storiche
  Relatore: Valerio Lieto Salvatore  Neri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 189

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sacco di roma
teodosio
battaglia di adrianopoli
stilicone
onorio
goti
alarico
atanarico
valente
fabio gambuli

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi