Skip to content

L'immagine riflessa: il ritratto e lo specchio nella narrativa di Nathaniel Hawthorne

Estratto della Tesi di Valeria Tulipano

Mostra/Nascondi contenuto.
9 dalla tendenza del protagonista di romanzi, novelle e talvolta anche di poesie a sdoppiarsi in un misterioso altro solitamente malefico e persecutorio e, più raramente, virtuoso e prodigo di consigli benevoli 20 . Il gusto romantico presenta in molti suoi aspetti l’immagine di una scissione, che sarà caratteristica di tutto il mondo moderno, fra il trinomio ideologia – fede – dovere da una parte, e bisogno di soddisfare le più oscure e profonde pulsioni dall’altra: fra ragione e sentimento, coscienza e inconscio, Super – Io ed Es. Si annuncia così uno dei grandi paradossi del mondo contemporaneo: proprio nel momento in cui si assiste a una evoluzione tecnica senza precedenti, ai mutamenti di un mondo trasformato dai “miracoli dell’industria”, l’uomo moderno sente il bisogno di ritrovare la propria anima poetica e primitiva, a costo di una regressione incontrollabile. Forse proprio questa coesistenza di due spinte opposte all’interno dello stesso individuo porta alla creazione di questa figura, fra le più sintomatiche dell’universo romantico e moderno in generale. 21 Il luogo di maggior concentrazione di questo fenomeno è la Germania, dove tale personaggio enigmatico viene battezzato come Doppelgänger 22 . Tuttavia se ne trovano echi importanti e manifestazioni autoctone in tutta l’Europa, negli Stati Uniti, in Russia e persino in Oriente 23 . Nel cercare di fornire una definizione esaustiva di questo tema, si deve tenere in considerazione il fatto che esso costituisce, secondo una definizione di Massimo Fusillo, «una variante transculturale 24 ricca di implicazioni antropologiche e psicoanalitiche, e quindi particolarmente adatta a misurare la 20 La letteratura sul doppio (Doppelgänger) fiorì particolarmente nel periodo romantico, quando venne posto ed esasperato il problema del rapporto tra soggetto e realtà percepita. La scienza stessa contribuì inoltre a esplorare i meccanismi biologici delle ambivalenze del comportamento e della moralità. La psicoanalisi ha infine indicato al di sotto della coscienza, l’opera di un Inconscio con proprie motivazioni e propri scopi, ed è giunta a personalizzare come Super – Io, Io ed Es spinte organizzate e autonome, soprattutto contrastanti del nostro agire. Anche le differenze tra i due emisferi celebrali (quello sinistro predisposto alla logica e al calcolo; quello destro alla valutazione impressionistica, fonica o cromatica) autorizzano a vedere in ognuno di noi, e in ogni periodo storico, una lotta, con esiti alterni, fra due tendenze. Cesare Segre, Prefazione in Il desiderio del diverso. Saggio sul doppio, Napoli, Liguori Edizione, 1984, pp. 7 – 8 e p. 11. La moderna figura del Doppelgänger già preannunciata in Siebenkäs (1796) di Jean Paul (Johann Paul Richter) e nel romanzo Enrico di Ofterdingen (1802) di Novalis, è formulata nella sua versione definitiva e più esplicita nel racconto omonimo (Der Doppelgänger) di E.T.A. Hoffmann, nel 1815, e in vari altri. Adriano Altamira, Miti romantici: simboli e inconscio dell’era industriale, Milano, Vita e Pensiero, 2005, p. 49. 21 Id., Ibidem. 22 Secondo la denominazione di Jean Paul Richter. Romana Rutelli, Il desiderio del diverso. Saggio sul doppio, Napoli, Liguori Edizione, 1984, p. 11. 23 Id., Ibidem 24 Questa definizione che Massimo Fusillo ha utilizzato nel suo dettagliato studio su questo tema denota quei temi che hanno risonanza in culture e in contesti differenti perché attingono a realtà psichiche e antropologiche, appunto. «Transculturale non significa infatti universale ... in quanto si tratta pur sempre di un numero determinato di culture», Massimo Fusillo, L’altro e lo stesso. Teoria e storia del doppio, Scandicci (Firenze), La Nuova Italia Editrice, 1998. p. 4
Estratto dalla tesi: L'immagine riflessa: il ritratto e lo specchio nella narrativa di Nathaniel Hawthorne

Estratto dalla tesi:

L'immagine riflessa: il ritratto e lo specchio nella narrativa di Nathaniel Hawthorne

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Valeria Tulipano
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne
  Corso: Lingue e culture moderne
  Relatore: Leonardo Terzo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 44

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi