Skip to content

Analisi e confronto di parametri etologici ed endocrini in esemplari di tigre siberiana (Panthera tigris altaica) mantenuti in ambiente controllato, in diverse condizioni gestionali

Estratto della Tesi di Marco Sconfienza

Mostra/Nascondi contenuto.
13 non è corredato da fonti attendibili (Mazák, 2004). La femmina può raggiungere i 100-167 kg, a volte arrivando a pesare 180 kg (Sunquist & Sunquist, 2002). La lunghezza del corpo, esclusa la coda, si aggira intorno ai 178-208 cm nei maschi e 167- 182 cm per le femmine, mentre l’altezza al garrese è di circa 97-100 cm. La lunga coda presente in questi animali arriva a misurare mediamente 99 cm nei maschi e 91 cm nelle femmine. Il maschio più lungo mai misurato arrivava a 309 cm di lunghezza totale (compresa la coda di 101 cm) con una circonferenza toracica di 127 cm. La femmina più lunga arrivava a 270 cm (compresa la coda di 88 cm) con una circonferenza toracica di 108 cm. Basandosi su queste misure si deduce che la tigre siberiana possa raggiungere lunghezze maggiori rispetto alla tigre indiana o al leone africano (Kerley et al., 2005). La tigre dell’Amur differisce dalle altre sottospecie nella colorazione del mantello, che è più chiaro; inoltre presenta un numero minore di strisce, spesso di colore marrone scuro anziché nero. Le strisce sulla fronte tendono a essere simmetriche, mentre sulle guance non sempre lo sono; inoltre ogni individuo presenta un pattern differente, caratteristica che permette una facile identificazione degli animali. La presenza delle strisce spezza otticamente i contorni dell’animale, permettendogli, in un habitat ricco di vegetazione, di potersi meglio mimetizzare (Mazák, 2004). Il mantello (Fig. 1.4) può essere di colore rosso-ruggine o giallo-ruggine, mentre la zona adiacente alle labbra, il mento, la gola, il petto, l’addome e la faccia mediale degli arti sono di un colore bianco-crema. Anche nella regione periorbitale e sopra di essa la colorazione tende al bianco, così come nella faccia interna del padiglione auricolare. La faccia esterna invece è di colore nero con una macchia tondeggiante bianca (Geptner & Sludskii, 1972). Il manto estivo è ruvido e raggiunge una lunghezza di 15-17 mm sulla schiena, 30-50 mm sul collo, 25-35 mm sull’addome e 14-16 mm sulla coda (Geptner & Sludskii, 1972). Il manto invernale è più morbido, folto e lungo e varia anche di colorazione, schiarendosi ulteriormente o virando verso l’ocra, per offrire così all’animale migliori capacità mimetiche e un’ulteriore protezione contro il freddo. Nella stagione fredda la pelliccia appare alquanto ispida sul tronco e particolarmente lunga sul muso, dove a volte arriva a coprire le orecchie. Anche le vibrisse in questa stagione appaiono più lunghe e, data la lunghezza maggiore del pelo, le strisce diventano più larghe e meno definite. La pelliccia durante l’inverno raggiunge una lunghezza di 40-45 mm sulla schiena, 70-110 mm sul collo, 70-95 mm sulla gola, 60-100 mm sul petto e 65-105 mm sull’addome (Geptner & Sludskii, 1972).
Estratto dalla tesi: Analisi e confronto di parametri etologici ed endocrini in esemplari di tigre siberiana (Panthera tigris altaica) mantenuti in ambiente controllato, in diverse condizioni gestionali

Informazioni tesi

  Autore: Marco Sconfienza
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi
  Corso: Evoluzione del Comportamento Animale e dell'Uomo (ECAU)
  Relatore: Elisabetta Macchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 168

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

etologia
stress
comportamento
benessere animale
cortisolo
bioparco
tigre
felidae

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi