Skip to content

Social Housing: Sviluppo, Realizzazione e Gestione

Estratto della Tesi di Vincenzo Caragallo

Mostra/Nascondi contenuto.
11 infrastrutture ha identificato e quantifica i reali fenomeni di disagio abitativo delle famiglie italiane, evidenziando due fondamentali fattori come causa di questa emergenza. Il primo elemento è senza dubbio rappresentato dal mutamento delle dinamiche socio-demografiche legato ai concetti di mobilità territoriale e di trasformazione dei nuclei familiari. Il secondo elemento è invece legato al mutamento delle condizioni del mercato immobiliare che ha visto la compresenza di tre andamenti estremamente preoccupanti: - L’incremento esponenziale dei prezzi delle abitazioni fino al 2007 11 (Nomisma, Rapporto quadrimestrale, 2007) ( e conseguentemente anche dei canoni di locazione), con una leggera flessione solo negli ultimi anni; - L’andamento costante del reddito pro capite negli anni che, non ricalcolando la curva dell’andamento dei prezzi, non favorisce né l’acquisto né la locazione di abitazioni; - La costante riduzione del contributo pubblico per la realizzazione di nuovi interventi residenziali destinati alle categorie più deboli della popolazione 12 . 2.2 Il mutamento delle dinamiche socio-demografiche Parlando di emergenza abitativa, un primo aspetto sul quale soffermarsi è quello relativo alle sue specificità, sia dimensionali che caratteriali. Per quanto concerne la dimensione di questa emergenza, “il dato che misura la percentuale di popolazione che vive in una situazione di forte disagio abitativo, dovuto a sovraffollamento o a condizioni precarie dell’alloggio è pari al 7,3% e interessa oltre 1,8 milioni di famiglie, contro una media europea che si attesta al 2,5%” (Perocco D., 2012). Si sommano tutta una serie di mutamenti che stanno riguardando la società in generale (la composizione dei nuclei familiari, le esigenze abitative e le caratteristiche dell’alloggio, il mondo del lavoro, l’utilizzazione del tempo libero ecc.) e che stanno generando una nuova categoria di soggetti che, essendo caratterizzata da una disponibilità economica modesta, è interessata al mercato dell’affitto a basso costo. Il risultato è una società in cui mancano fisicamente gli alloggi sociali, in cui aumentano le famiglie che cercano un’abitazione pur vedendo ridotto il loro potere d’acquisto, in cui gli anziani rimangono in casa e i giovani non riescono a lasciare i nuclei originari e in cui gli immigrati crescono con andamento esponenziale 13 ricercando nel nostro Paese alloggi in affitto a canoni sostenibili. 2.2.1 L’andamento demografico L’ISTAT registra tre scenari di previsione dell’andamento demografico dal 2011 al 2051 in cui quello centrale mostra come nel 2041 verrà raggiunto il picco con 63,9 milioni di residenti, per poi avviarsi a un lento declino 14 . La causa principale di questo fenomeno è da attribuirsi soprattutto alla dinamica delle immigrazioni dall’estero che ha interessato il decennio trascorso facendo registrare un forte incremento di popolazione straniera. 11 Nel periodo 1998-2007 le quotazioni delle abitazioni usate sono aumentate complessivamente dell’87,5% in termini nominali e del 57,9% in termini reali. Nomisma, Osservatorio sul mercato immobiliare – Rapporto quadrimestrale, 2007. 12 L’offerta abitativa pubblica in Italia, dagli anni ’80, si è ridotta del 90%. Dal 1984 al 2004 la produzione edilizia di nuovi alloggi di residenza sovvenzionata è calata da 34.000 abitazioni all’anno a 1.900. Andamento analogo si è registrato per le abitazioni realizzate in regime di residenza agevolata o convenzionata, passata da 56mila a 11mila nel ventennio considerato (Dati OASIt). 13 La popolazione straniera residente tra il 1°Gennaio 2002 (1.356.590 stranieri residenti) e il 1°Gennaio 2009 (3.891.295) è cresciuta del 186,8%. Dati ISTAT. 14 Scenari di previsione 2011-2051, dati ISTAT.
Estratto dalla tesi: Social Housing: Sviluppo, Realizzazione e Gestione

Estratto dalla tesi:

Social Housing: Sviluppo, Realizzazione e Gestione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Vincenzo Caragallo
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Napoli
  Facoltà: Architettura
  Corso: Architettura
  Relatore: Marco Calabrò
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 62

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

property management
immobiliare
real estate
edilizia sociale
social housing
patrimonio immobiliare
abitare sociale
gestire immobili
investire nel social housing
real estate asset management

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi