Skip to content

Presenze e immagini dell'Islam nella Commedia di Dante

Estratto della Tesi di Emanuele Totaro

Mostra/Nascondi contenuto.
tormentati da un fuoco interiore nella leggenda islamica e da una pioggia di fuoco in quella dantesca, o quella del fiume che separa il purgatorio dal paradiso […]. 12 Redazione A del ciclo II: [… ] Maometto, purificato come Dante per poter realizzare la sua ascensione ai cieli, sale per l'aria condotto per mano da Gabriele, proprio come Dante viene guidato da Beatrice. Le tappe dell'ascensione dantesca sono tante quanti sono i cieli astronomici, e questo pure avviene nell'ascensione di Maometto. […] 13 Redazione B del ciclo II: […] Tutto il mondo conosce il piano immaginato dal divino poeta per il suo inferno: sotto la crosta terrestre un immane abisso scende fino al centro della terra, in forma di imbuto o tronco di cono rovesciato, mediante gradoni, balze, ripiani o terrazze circolari, in numero di nove […]. A maggiore profondità della dimora corrisponde una maggiore gravità nella colpa e un maggiore tormento nella pena. […] anche l'inferno musulmano della nostra leggenda è costituito […] da vari gradoni, terrazze o ripiani circolari, in numero di sette, i quali scendono gradualmente in ragione diretta della gravità delle colpe e del relativo castigo, [si veda] la scena dell'incontro di Maometto con l'angelo guardiano dell'inferno. Comparata con le due scene parallele della Divina Commedia in cui il traghettatore Caronte o il severo Minosse negano a Dante l'accesso alle regioni infernali, si direbbe che il poeta fiorentino non fece altro che sdoppiare artisticamente e adattare alla mitologia classica il modello musulmano. La doppia scena dantesca […] si ripete più di una volta nei seguenti cerchi infernali, come se Dante, invaghitosi della bellezza artistica dell'abbozzo musulmano, non si stancasse di riprodurlo sotto differenti spoglie, classiche e cristiane. […] Così, ad esempio, le bisce, le serpi e gli scorpioni che torturano a morsi i corpi dei tiranni, dei tutori, degli usurai, in vari ripiani dell'inferno musulmano, riappaiono anche spesso nell'inferno dantesco tormentando i golosi e i ladri in diversi cerchi, la rabbiosa sete che tortura gli ubriaconi nel settimo ripiano dell'inferno musulmano è equivalente a quella che soffrono i falsari nella decina bolgia dell'ottavo cerchio, […] i cattivi figli, che nell'undicesimo ripiano Maometto vede sommersi nel fuoco e arroncigliati dai demoni con uncini di ferro rovente ogni volta che chiedono misericordia, equivalgono ai barattieri che nella quinta bolgia dell'ottavo cerchio Dante pone immersi in un lago di pece bollente e uncinati dai demoni con arpioni di ferro quando tentano di emergere; infine il martirio islamico degli assassini, […] accoltellati dai demoni, resuscitando continuamente per reiterare il loro eterno supplizio, è il modello evidente della pena a cui Dante sottopone nella nona bolgia […] i fautori di scismi, fra i quali, invero, ebbe la sarcastica trovata di porre il protagonista della visione islamica che forse gli serviva da modello, cioè lo stesso Maometto [...]. 14 L'ironia su Maometto è francamente è difficile da cogliere, l'Asìn è forzato a ravvisarla solo in virtù della sua visione “islamo-centrica”. Redazione C del ciclo II: La prima e più ovvia analogia che si riscontra tre le due [opere] consiste nella descrizione smaterializzata del paradiso in generale. I dantisti misero bene in rilievo l'abisso che separa, a questo proposito, il paradiso dantesco e tutti i suoi precursori cristiani o non cristiani, […] invece delle poverissime e puerili concezioni di un cielo materiale e umano, che si trovano in tutti i precursori danteschi, Dante utilizzò i fenomeni […] luminosi e acustici, riducendo la vita celeste a una festa divina di luci e suoni; […] luci e canti sono pure i due elementi descrittivi che quasi esclusivamente campeggiano nel paradiso di questa redazione C. […] In varie occasioni Maometto vanta la velocità del volo della sua ascensione; però in due casi si serve, per la sua considerazione, della doppia similitudine del vento e delle freccia scagliata dall'arco. Della medesima similitudine della freccia si avvale anche Dante, nel salire al cielo della Luna e a quello di Marte. Un altro topos, simile al precedente, consiste nella dichiarazione di Maometto che non gli è lecito riferire ciò che vede. Il medesimo luogo comune riappare in vari passaggi del paradiso 12 Ivi, pp. 23-24-25 13 Ivi, p. 30 14 Ivi, pp. 35-36-37-39 9
Estratto dalla tesi: Presenze e immagini dell'Islam nella Commedia di Dante

Estratto dalla tesi:

Presenze e immagini dell'Islam nella Commedia di Dante

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Emanuele Totaro
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere
  Corso: Lettere
  Relatore: Giuseppe Ledda
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 81

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

islam
dante alighieri
divina commedia
maometto
saladino
avicenna
averroè
miguel asin palacios
enrico cerulli
libro della scala di maometto

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi