Skip to content

Il cinema e le convergenze teatrali

Estratto della Tesi di Mattia Gelosa

Mostra/Nascondi contenuto.
inserito un prologo muto che ci mostra i funerali del protagonista e di Desdemona, rendendo tutto il film un flashback che ci mostra come si è arrivati a quel tragico corteo. Welles non solo taglia e aggiunge, ma cambia anche l'ordine degli eventi, anticipando all'inizio la parte finale del dramma. Il cineasta americano, naturalmente, non è l'unico che si è cimentato nella trasposizione di questo dramma né tantomeno di Shakespeare, autore che ha il primato di essere stato quello più utilizzato come base di sceneggiature. Al cinema o in TV il più famoso drammaturgo di tutti i tempi ha subito omaggi, rivisitazioni, trattamenti di vario tipo e con risultati, anche qualitativi, ancora più vari, ma si sono raggiunti gli esiti migliori quando è stato adattato senza che il suo linguaggio e le sue vicende subissero delle modifiche: pochi vantano le sue capacità di raccontare la psicologia dell'uomo e le sue debolezze in modo così universale e straordinario, quindi ancora oggi Shakespeare è praticamente perfetto così com'è! Non potendo citare tutti i film che si devono al suo genio, ricordiamo solo che esso fu chiamato in causa sin dai primissimi anni di vita del cinema: Melies nel 1901 si fece ispirare da Il mercante di Venezia (Le miroir de Venise) e nel 1907 da Amleto 1 (Hamlet), già fatto addirittura nel 1900 da Clement Maurice, che portò sullo schermo niente meno che Sarah Bernhardt. Griffith nel 1908 gira La bisbetica domata (The Taming of the Shrew), Boggs Le allegre comari di Winsor (The Merry Wives of Winsor, 1910) e così via. Romeo e Giulietta resta ancora oggi la storia più famosa probabilmente di tutto il teatro, messa sullo schermo dai primi del Novecento al cinema e poi adattata anche per la tv. Nel 1936 Thalberg ne fa una versione pomposa che diventa un classico hollywoodiano, mentre Robbins e Wise nel 1961 trasformano in film il musical West Side Story, ispirato appunto agli amanti veronesi, portando a casa ben dieci premi Oscar. Nel '69 furono invece premiate la fotografia e i costumi di Romeo e Giulietta di Zeffirelli, rispettivamente di Pasqualino De Santis e Danilo Donati, mentre poi si ebbero alcune versioni rivistate in chiave moderna, come China Girl di Abel Ferrara (id. 1987), ambientato a China Town e Little Italy, con lui pizzaiolo italiano e lei figlia di un boss della mafia cinese. La chiave gangster-noir è sfruttata anche dal 1 Di entrambi i film, purtroppo, si sa poco o nulla a parte i titoli e l'argomento 12
Estratto dalla tesi: Il cinema e le convergenze teatrali

Estratto dalla tesi:

Il cinema e le convergenze teatrali

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Mattia Gelosa
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Maurizio Felice Emilio Porro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 170

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

teatro
cinema
fellini
tesi
argento
almodóvar
citazione
von trier
convergenze
gelosa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi